CEI - Conferenza Episcopale Italiana - Servizio Informatico - Ufficio Nazionale per i Beni culturali Ecclesiastici e l'edilizia di culto
28/3/2023 Diocesi di Vittorio Veneto - Inventario dei beni culturali immobili
Chiesa di San Pietro Apostolo <Fontanelle>
Data ultima modifica: 04/04/2016, Data creazione: 29/11/2010


Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale


Denominazione Chiesa di San Pietro Apostolo


Altre denominazioni S. Pietro Apostolo


Ambito culturale (ruolo)  stile rinascimentale (realizzazione chiesa)



Notizie storiche  1000 - 1449 (realizzazione chiesa intero bene)
è un'antica chiesa pievana; le sue origini sono ancora oscure e si ignora in quale epoca sia divenuta parrocchia. Venne nominata come matrice già prima dell'anno 1000 in un documento riguardante la Parrocchia di Visnà di Vazzola. Subito dopo l'anno 1000 essa divenne pieve. Il 20 febbraio 1449 il Vescovo di Ceneda conferì il beneficio di Fontanelle a Prè Giovanni, il primo parroco ufficialmente nominato
1480 - 1773 (realizzazione chiesa intero bene)
la chiesa originaria da cui deriva quella odierna fu consacrata il 14 settembre 1480 dal Vescovo Nicolò Trevisan. Rimase invariata per almeno tre secoli fino al 1769, anno in cui fu realizzato il tabernacolo in stile barocco insieme agli angeli adoranti. In questo stesso anno, iniziarono i primi lavori di ampliamento ordinati dall'Arciprete Comin, i quali si protrassero fino al 1773
1870 - 1874 (realizzazione chiesa intero bene)
dal 1870-73, in seguito ad un incremento demografico dei fedeli, vi furono ulteriori lavori di ampliamento, a cura di Don Ignazio Frezza, durante i quali furono aggiunte le due navate laterali. I lavori continuarono fino al 1883 con Don Carlo Frezza e furono restaurati il soffitto e la navata centrale. Nel 1863 fu ricostruito e benedetto il cimitero. Il 1 febbraio 1874 il Vescovo Corradino M. Cavriani impartì la benedizione rituale.
1896 - 1927 (realizzazione chiesa intero bene)
nel 1896 terminarono i lavori della nuova sacrestia eseguita dall'ing. Bianchi di Oderzo e nel 1907 fu ampliato il piazzale antistante la chiesa e demolita la cinta muraria. l'altare Maggiore è composto da due parti diverse eseguite in epoche differenti. La mensa, consacrata nel 1927, è stata eseguita dal marmista G. Zanetti che abbinò un nuovo stile a quello tardo barocco, già esistente nella parte superiore; il paliotto, caratterizzato da bassorilievi in marmo policromi, rappresenta spighe di grano, una croce greca e motivi geometrici, ai alti due angioletti in marmo di Carrara
2015 - 2016 (realizzazione chiesa intero bene)
il 10 marzo 2015 sono iniziati i lavori di restauro conservativo del soffitto e della copertura della chiesa. I lavori sono terminati di recente



Descrizione  la chiesa, di carattere rinascimentale, ha una pianta pressoché rettangolare con un'abside, sul lato Nord-Est, ed è affiancata dal campanile sul lato Sud-Est. Presenta un'aula quadrata con una navata centrale e due navate laterali. Ai lati del presbiterio si trovano la sacrestia e il locale caldaia

Coperture
la copertura è a due falde sopra la navata centrale e il presbiterio; a due falde sulle navatelle laterali, a padiglione sopra le cappelline e la sacrestia. Il manto di copertura è in coppi di cotto tradizionali senza alcun fissaggio in falda, né eseguito con malta, né con latro materiale. Alcuni sono sostenuti da tubo in plastica. Il piano di copertura è in tavelloni di cotto supportati da moraletti porta-tavellone sopra la navata centrale; in tavelle di cotto originali, sostenute da morali in legno, nelle altre posizioni. La sostituzione delle tavelle originali con i tavelloni, sopra la navata centrale, è avvenuta durante i lavori di restauro eseguiti sulla copertura nel 1986. Arcareggi di sezione variabile sorreggono i mortaletti porta tavelle e sono connessi alla struttura primaria (capriate di copertura) mediante chiodatura. Le capriate, a doppia catena, di sezione consistente, sorreggono sia la struttura del soffitto che quella di copertura, sopra la navata centrale
Soffitto
il soffitto della navata centrale presenta una volta a schifo lunettata, le navatelle sono voltate a crociera. Le volte del soffitto sono oggi prive di qualsiasi decorazione, anche se diversi documenti attestano che in passato, fino ai lavori eseguiti tra il 1870 ed il 1883, il Pordenone aveva dipinto le scene della vita di San Pietro
Facciata
facciata tripartita classicheggiante, dove una trabeazione sottostante un timpano triangolare con oculo centrale circolare, è sostenuta da quattro lesene terminanti con capitello ionico
Elementi decorativi
ai lati esterni, le navate laterali simmetriche, prive di decorazioni tranne la presenza di due aperture con arco a tutto sesto, sono collegate alla navata centrale da timpani triangolari. Anche all'interno la chiesa è in stile neoclassico con le tre navate suddivise da dodici colonne sormontate da capitelli ionici a sorreggere dieci archi a tutto sesto
Altari
gli altari dedicati a San Pietro e alla Beata Vergine Maria, sono della seconda metà del '700 o dell'inizio del XIX secolo



Adeguamento liturgico  fonte battesimale - intervento strutturale (2016)
il Battistero è un'opera di raffinato valore artistico: il fonte, in pietra viva risalente alla prima metà del XVI secolo ed attribuito allo scultore Matteo da Fontanelle, presenta decori floreali e geometrici tipicamente rinascimentali, oltre a quattro stemmi due dei quali appartenenti al vescovo e al pievano dell'epoca della realizzazione; la copertura lignea a cuspide venne realizzata dalla bottega dei Ghirlanduzzi tra il XV e il XVII secolo. Si trova all'ingresso della chiesa ed è contenuto in una nicchia laterale sul lato sinistro
presbiterio - intervento strutturale (2016)
la chiesa presenta un Presbiterio con tabernacolo centrale contenente il Santissimo Sacramento, Altare Maggiore e mensa eucaristica costituita da piano marmoreo su piedistalli scolpiti; la sede è stata recentemente spostata sul lato sinistro (osservando la navata dalla porta d'ingresso verso il presbiterio). Ci sono balauste in Rosso di Verona con un passaggio centrale
ambone - intervento strutturale (2016)
è sul lato sinistro (osservando la navata dalla porta d'ingresso verso il presbiterio)






Collocazione geografico - ecclesiastica


Regione Ecclesiastica Triveneto
Diocesi di Vittorio Veneto
Parrocchia di S. Pietro Apostolo

via Chiesa - Fontanelle (TV)


Edifici censiti nel territorio
dell'Ente Ecclesiastico


Altre immagini
Tutti i dati sono riservati. Non e' consentita la riproduzione, il trasferimento, la distribuzione o la memorizzazione di una parte o di tutto il contenuto delle singole schede in qualsiasi forma. Sono consentiti lo scorrimento delle pagine e la stampa delle stesse solo ed esclusivamente per uso personale e non ai fini di una ridistribuzione.