CEI - Conferenza Episcopale Italiana - Servizio Informatico - Ufficio Nazionale per i Beni culturali Ecclesiastici e l'edilizia di culto
25/9/2022 Diocesi di Milano - Inventario dei beni culturali immobili
Chiesa di Sant'Antonio Abate <Introbio>
Data ultima modifica: 23/08/2017, Data creazione: 14/7/2011


Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale


Denominazione Chiesa di Sant'Antonio Abate


Altre denominazioni S. Antonio Abate


Ambito culturale (ruolo)  maestranze lombarde (costruzione)



Notizie storiche  1891 - 1897 (costruzione intero bene)
La chiesa venne costruita con linee neoclassiche.
1900 - 1901 (costruzione campanile)
Venne costruito il campanile.
1934 - 1934 (completamento intero bene)
Venne costruita e collocata la bussola lignea della porta principale.
1968 - 1968 (rifacimento presbiterio)
Posa dei nuovi poli liturgici.
1969 - 1969 (rifacimento intero bene)
Posa del nuovo pavimento dell’intera chiesa in gres ocra con fasce di marmo nero d’Africa.
1989 - 1989 (restauro intero bene)
Rifacimento del tetto.
1991 - 1991 (restauro intero bene)
Venne eseguito il restauro delle superfici interne.
1993 - 1993 (restauro intero bene)
Vennero eseguiti i lavori di restauro delle superfici esterne.
2004 - 2004 (restauro intero bene)
Vennero eseguiti interventi di consolidamento delle strutture.



Descrizione  La chiesa è a pianta basilicale con tre navate scandite da colonne corinzie con stucchi e pronunciata abside semicircolare. La facciata è ritmata da quattro semplici lesene raccordate dal cornicione, sul quale si eleva un caratteristico frontoncino arcuato con piccoli sgusci laterali, concluso al centro dalla croce e ai lati, collocate sul cornicione, da due statue cementizie raffiguranti S. Michele arcangelo a destra e S. Antonio abate a sinistra. La controfacciata mostra la bussola della porta principale sopra la quale è collocata una coppia di angeli policromi del primo Settecento. Lungo la navata sinistra, nella prima campata, entro una nicchia, è collocato il battistero delimitato da una coppia di balaustre in marmo policromo scolpito con relativa cancellata in ferro battuto. In testa alla navata sinistra sorge la cappella dedicata alla Madonna del Rosario, con balaustre in marmo nero di Varenna con intarsi. In capo alla navata destra c’è la cappella dedicata a S. Giuseppe. Il presbiterio, rialzato di due gradini, è delimitato da due balaustre in marmo policromo scolpito. Dietro l’altare si trova, oltre al coro in legno intagliato, un organo a trasmissione pneumatica. Sulla parete di destra del presbiterio si trova la porta che conduce alla sacrestia.

Impianto strutturale
Murature portanti in pietrame intonacato e tinteggiato.
Coperture
Coperture in coppi.



Adeguamento liturgico  presbiterio - aggiunta arredo (1968)
Posa della nuova mensa d'altare postconciliare opera di don Marco Melzi, assieme ai due angeli ceroferari e all'ambone con l'aquila, simbolo dell'evangelista Giovanni.






Collocazione geografico - ecclesiastica


Regione Ecclesiastica Lombardia
Diocesi di Milano
Zona Pastorale III - Decanato di Primaluna
Parrocchia di San Antonio Abate

Piazza Sagrato - Introbio (LC)


Edifici censiti nel territorio
dell'Ente Ecclesiastico


Altre immagini
Tutti i dati sono riservati. Non e' consentita la riproduzione, il trasferimento, la distribuzione o la memorizzazione di una parte o di tutto il contenuto delle singole schede in qualsiasi forma. Sono consentiti lo scorrimento delle pagine e la stampa delle stesse solo ed esclusivamente per uso personale e non ai fini di una ridistribuzione.