chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Trasacco
Avezzano
chiesa
parrocchiale
Madonna del Perpetuo Soccorso
Parrocchia di Madonna del Perpetuo Soccorso
Pianta; Struttura; Coperture; Pavimenti; Campanile
zona presbiteriale - aggiunta arredo (1970-1980)
XVII - 1652(costruzione intero bene); 1659 - 1659(cambio nome intero bene); XX - XX(restauro intero bene); 1915 - 1915(danni del sisma intero bene); 2000 - 2000(costruzione campanile); 2009 - 2009(riparazione danni copertura)
Chiesa della Madonna del Perpetuo Soccorso
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa della Madonna del Perpetuo Soccorso <Trasacco>
Ambito culturale (ruolo)
architettura rinascimentale (costruzione)
Notizie storiche
XVII - 1652 (costruzione intero bene)
Costruita nel 1652, rappresenta un ottimo esempio di architettura rinascimentale e la sua origine è sconosciuta in quanto le ricerche storiche non forniscono elementiChiesa dei Frati sufficienti
1659 - 1659 (cambio nome intero bene)
Nel 1659 la chiesa inizialmente dedicata a S. Francesco cambiò nome, a causa di una feroce alternanza di epidemie, in Madonna del Perpetuo Soccorso
XX - XX (restauro intero bene)
La chiesa fu restaurata nei primi anni 50 ad opera del cappuccino P. Domenico da Cese.
1915 - 1915 (danni del sisma intero bene)
Nel 1915 il gravissimo terremoto che colpì la Marsica non risparmio la chiesa, che subì gravi danni su tutto il fabbricato causando lesioni anche all'affresco della Madonna.
2000 - 2000 (costruzione campanile)
Nell'anno duemila, dopo una questua popolare, la chiesa è stata dotata di un campanile.
2009 - 2009 (riparazione danni copertura)
Consolidamento di capriate lignee del tetto in seguito ai danni provacati dal sisma del 06/04/2009
Descrizione La Chiesa della Madonna del Perpetuo Soccorso di Trasacco rappresenta uno splendido esempio di architettura rinascimentale. La facciata è tripartita e sormontata da un timpano su cui si apre un lucernaio. Al di sotto del cornicione in asse centrale della navata è presente il portale con timpano e speculare ai lati di quest'ultimo due nicche con statue di santi L'interno è a navata unica con un soffitto a volta a botte ed un'arcata che divide l'assemblea dal pulpito. Sulle pareti si aprono cappelline con piccoli altari dedicati ai Santi.
Pianta
Pianta rettangolare ad andamento longitudinale disegna una nave unica
Struttura
Muratura portante di pietrame intonacata in entrambe le facce su cui poggia la volta a botte e il tetto in legno.
Coperture
Tetto a doppia falda con capriate in legno e sovrastante manto di copertura con tegole in laterizio.
Pavimenti
Lastre rettangolari di granito.
Campanile
Torre a base quadrata in cemento armato con tetto a cuspite piramidale.Cella campanaria con monofore e campane nelle facce.
Adeguamento liturgico
zona presbiteriale - aggiunta arredo (1970-1980)
I poli sono collocati all'interno dell'area presbiteriale. La mensa d'altare a pianta rettangolare è in marmo e rialzata di un gradino. Anche l'ambone è in marmo mentre la sede del celebrante è in legno.
Contatta la diocesi