chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Rovolo
Frassinoro
Reggio Emilia - Guastalla
chiesa
parrocchiale
S. Prospero V.
Parrocchia di San Prospero Vescovo
Impianto strutturale; Pianta; Interni
presbiterio - aggiunta arredo (1965-1989)
ante 1456 - ante 1456(costruzione intero bene); 1538 - 1538(notizie documentarie carattere generale); 1850 - 1850(notizie documentarie carattere generale)
Chiesa di San Prospero Vescovo
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa di San Prospero Vescovo <Rovolo, Frassinoro>
Altre denominazioni S. Prospero V.
Ambito culturale (ruolo)
maestranze emiliane (costruzione)
Notizie storiche
ante 1456 - ante 1456 (costruzione intero bene)
La chiesa risulta esistente a questa data e amministrata dal rettore di Gazzano
1538 - 1538 (notizie documentarie carattere generale)
Un documento denominato "Elenco di Chiese" redatto in data 1538, attesta che dalla chiesa plebana di S. Maria di Toano dipendono 20 chiese, fra le quali Rovolo, in sott'ordine a quella di Gazzano
1850 - 1850 (notizie documentarie carattere generale)
La chiesa di Rovolo, tramite decreto vescovile, cessa di essere sottoposta a quella di Gazzano
Descrizione L'edificio appare di antica costruzione, ma risulta essere stato sottoposto a numerosi rimaneggiamenti, come attestano la bifora neo-romanica in facciata e l'architrave del portale d'ingresso, di recente realizzazione, ma datato 1779. Sul fianco del fabbricato è ancora visibile un blocco scolpito che reca la data semicancellata del 1626 ed alcuni conci d'angolo con disegno a "zigrina", finitura usata nei secoli passati per decorare la pietra arenaria locale. All'interno, sulle volte, si sviluppa un ciclo pittorico in stile neoclassico; sotto un tinteggio dilavato del paramento murario esterno appare una decorazione a motivo marmoreo di incerta ma antica datazione
Impianto strutturale
L'edificio è realizzato con muratura portante in blocchi di pietra sedimentaria locale allettata su malta. La struttura del tetto è lignea
Pianta
L'edificio è a navata unica, fornita di abside circolare; due strette cappelle laterali s'innestano nel corpo principale all'altezza del presbiterio
Interni
Il progetto decorativo è basato su di una serie di finte colonne sormontate da un fregio orizzontale disposto lungo il perimetro. Gli archi che reggono la volta forniscono una prima suddivisione alla superficie del soffitto, ripartito ulteriormente, tramite cornici, in campiture contenenti soggeti sacri a figura intera o racchiusi in medaglioni. Il pavimento è in marmette cementizie
Adeguamento liturgico
presbiterio - aggiunta arredo (1965-1989)
Il presbiterio è stato in parte adeguato alle attuali norme liturgiche. L'arredo consiste di una mensa eucaristica correttamente orientata e decorata con pannelli marmorei; è presente anche l'ambone sotto forma di elemento mobile in legno e la sede del celebrante. La riserva eucaristica è stata conservata nell'antico tabernacolo seicentesco nel fondo dell'abside.
Contatta la diocesi