chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Celle
Caprie
Susa
cappella
sussidiaria
San Giovanni Vincenzo
Parrocchia di Santa Maria Assunta
Pianta; Impianto strutturale; Coperture; Pavimenti e pavimentazioni; Arredi; Facciata; Scale
presbiterio - intervento strutturale (1980-1990)
1782 - 1782(citazione intero bene); 1805 - 1807(riedificazione intero bene); 1840 - 1840(restauro intero bene); 1934 - 1934(restauro intero bene)
Cappella di San Giovanni Vincenzo
Tipologia e qualificazione cappella sussidiaria
Denominazione Cappella di San Giovanni Vincenzo <Celle, Caprie>
Ambito culturale (ruolo)
maestranze piemontesi (costruzione)
Notizie Storiche

1782  (citazione intero bene)

Nella visita pastorale del 1782 è citata per la prima volta la cappella costruita in adiacenza alla grotta che, secondo la tradizione popolare, era utilizzata nel X secolo come eremo da San Giovanni Vincenzo

1805 - 1807 (riedificazione intero bene)

Tra il 1805 e il 1807 si provvide a costruire l'attuale cappella, abbattendo parte della roccia posta a sud della grotta

1840  (restauro intero bene)

Nel 1840 il parroco di Celle provvide a far ricostruire il tetto e a far eseguire riparazioni alle pareti

1934  (restauro intero bene)

Nel 1934 la cappella fu restaurata ad opera dell'impresa Felice Maffiotto di Borgone Susa
Descrizione

La cappella di San Giovanni Vincenzo, già citata nel 1782, sorge di fronte alla chiesa parrocchiale della frazione Celle di Caprie. La facciata è importante, profilata a capanna, terminata da un timpano triangolare; essa è scandita da quattro lesene, entro le cui campiture sono poste una finestra ad oculo, centrale, e due nicche contenenti statue di santi. Un porticato è anteposto alla facciata, aperto con tre arcate sorrette da colonnine e chiuso ai lati dai muri d'ambito. Internamente si sviluppa secondo un impianto a navata unica addossata alla caverna naturale che fungeva da eremo di S. Giovanni Vincenzo utilizzata ora come area absidale. In controfacciata è sistemata la cantoria su un supporto colonnato
Pianta
Schema planimetrico a navata unica, addossata alla caverna naturale, già eremo di San Giovanni Vincenzo, che ne costituisce l'area absidale. L'aula è voltata a vela
Impianto strutturale
Muratura portante in pietrame nella navata; roccia al naturale nell'area absidale. Esterno intonacato e tinteggiato; interno intonacato e tinteggiato nella navata, con roccia al naturale nell'area absidale. In buono stato di conservazione
Coperture
Tetto a due falde con manto di copertura in lose. Il porticato anteposto in facciata presenta una copertura a falda singola con manto di copertura in lose
Pavimenti e pavimentazioni
Pavimentazione in lastre di pietra
Arredi
Altare e altare a pariete seiunctum in pietra. Pergula presbiteriale in metallo
Facciata
La facciata è importante, profilata a capanna, terminata da un timpano triangolare; essa è scandita da quattro lesene, entro le cui campiture sono poste una finestra ad oculo, centrale, e due nicche contenenti statue di santi. Un porticato è anteposto alla facciata, aperto con tre arcate sorrette da colonnine e chiuso ai lati dai muri d'ambito
Scale
Scala di accesso alla cantoria in pietra
Adeguamento liturgico

presbiterio - intervento strutturale (1980-1990)
L'intervento di adeguamento liturgico ha previsto l'integrazione dell'area presbiteriale, con la realizzazione di una nuova mensa d'altare in pietra, anteposta all'altare originario
Contatta la diocesi