chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Giampereto
Sarnano
Camerino - San Severino Marche
chiesa
sussidiaria
S. Lorenzo
Parrocchia di S. Biagio
Interno; Impianto strutturale; Coperture
altare - intervento strutturale (1970-1979)
1600 - 1628(costruzione intero bene ); 1933 - 1933(costruzione della canonica intero bene); 1997 - 2018(eventi sismici intero bene)
Chiesa di San Lorenzo
Tipologia e qualificazione chiesa sussidiaria
Denominazione Chiesa di San Lorenzo <Giampereto, Sarnano>
Altre denominazioni Chiesa dei Santi Carlo e Lorenzo
S. Lorenzo
Ambito culturale (ruolo)
maestranze marchigiane (costruzione)
maestranze marchigiane (costruzione della canonica)
Notizie Storiche

1600 - 1628 (costruzione intero bene )

La chiesa fu costruita al principio del XVII secolo. Il primo documento che ne attesta la presenza risale alla visita pastorale del 16 agosto 1628.

1933  (costruzione della canonica intero bene)

La canonica fu costruita nel 1933, molto probabilmente sul sito di una precedente costruzione.

1997 - 2018 (eventi sismici intero bene)

Già danneggiata dal sisma del 1997, ulteriormente colpita dal sisma del 2016 e successivi, la chiesa attualmente versa in condizioni precarie.
Descrizione

Ubicata all’estremità sud dell’edificato di Giampereto più prossimo all’abbazia di San Biagio di Piobbico, eretta lungo la direttrice ovest - est in continuità col corpo della casa parrocchiale, libera su tre lati, la chiesa di San Lorenzo si presenta come un parallelepipedo stretto e lungo con copertura a due falde spioventi sul cui fronte nord emergono la torre campanaria a base quadrata, intonacata e ricoperta con coppi ed il volume minore corrispondente alla cappellina laterale. Il fronte principale est, intonacato, a capanna, è caratterizzato da un modesto portale con architrave ligneo a vista sorretto da piccole mensole modanate, sovrastato da finestra rettangolare con architrave ligneo ugualmente a vista: al di sopra di quest’ultima è posta una croce in laterizio a rilievo. Il prospetto sud presenta solamente al centro un accesso secondario all’aula, alla sinistra del quale si apre una finestra che illumina il presbiterio.
Interno
L’aula unica rettangolare, con copertura tradizionale lignea lasciata a vista e solaio in laterizio imbiancato a calce, è un ambiente prevalentemente spoglio, arricchito solo al centro del lato nord dall’arco a tutto sesto lievemente ribassato che introduce alla cappella laterale in cui è ubicato un pregevole altare seicentesco con tabernacolo e dossale finemente lavorato. Due nicchie sono state ricavate nei lati della cappella. Posto su gradino rialzato, il presbiterio si svolge per circa un terzo dell’aula, accoglie al centro un altare mobile e termina con parete fondale sul cui centro campeggia un crocifisso ligneo, affiancato ai lati dai simulacri di San Giuseppe e Santa Maria posti in altrettante nicchie. Al di sotto di quest’ultime i due accessi alla retrostante sagrestia. L’interno è naturalmente illuminato dalla finestra in facciata e da quella posta sul lato sud del presbiterio.
Impianto strutturale
Muratura perimetrale portante posta in opera con blocchi di pietra irregolari ed inserti in laterizio.
Coperture
Tetto a due falde con solaio in laterizio rivestito esternamente in coppi, sorretto da impalcato ligneo di travi ed arcarecci.
Adeguamento liturgico

altare - intervento strutturale (1970-1979)
L'altare ha mensa in marmo con supporto centrale in muratura intonacata al centro del quale sono fissate alcune piastrelle a formare una croce.
Contatta la diocesi