chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Ville del Monte
Tenno
Trento
chiesa
parrocchiale
S. Antonio
Parrocchia di Sant'Antonio Abate
Preesistenze; Pianta; Facciata; Prospetti; Campanile; Struttura; Coperture; Interni; Pavimenti e pavimentazioni; Elementi decorativi
presbiterio - aggiunta arredo (1969)
XV - XV(costruzione intero bene); XVI - XVII(restauro intero bene); 1947 - 1947(decorazione intero bene ); 1955/04/10 - 1955/04/10(erezione a parroccia carattere generale); 1962 - 1962(restauro intero bene); 2002 - 2002(restauro intero bene); 2013/04/19 - 2014/01/31(restauro tetto)
Chiesa di Sant'Antonio
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa di Sant'Antonio <Ville del Monte, Tenno>
Altre denominazioni Chiesa di Sant'Antonio Abate
S. Antonio
Ambito culturale (ruolo)
maestranze trentine (costruzione chiesa)
architettura rinascimentale (costruzione chiesa)
Notizie Storiche

XV  (costruzione intero bene)

La costruzione della primitiva chiesa risale presumibilmente al XV secolo.

XVI - XVII (restauro intero bene)

La chiesa fu oggetto di ampliamenti e di restauri nel corso dei secoli XVI-XVII, come testimoniano le numerose date incise sugli elementi lapidei (1542, 1577, 1591, 1617) e i frammentari affreschi.

1947  (decorazione intero bene )

L'abside e la controfacciata sono state decorate da Grazioso Orsingher nel 1947.

1955/04/10  (erezione a parroccia carattere generale)

La chiesa, prima dipendente dalla pieve di Tenno, fu eretta a parrocchia il 10 aprile 1955.

1962  (restauro intero bene)

La chiesa fu restaurata nel 1962.

2002  (restauro intero bene)

L'ultimo restauro della chiesa risale al 2002.

2013/04/19 - 2014/01/31 (restauro tetto)

Tra il 2013 e il 2014 è stato portato a compimento il restauro del tetto, sulla base del progetto elaborato nel 2011 dall'architetto Lucia Brighenti. Il lavoro ha interessato il rifacimento della struttura dal piano del tavolato, comprendendo: la collocazione di una guaina traspirante e nuovi listelli; il recupero degli antichi coppi con la sostituzione di quelli degradati; la sostituzione della lattoneria; la messa in opera della linea vita.
Descrizione

La chiesa di Sant'Antonio, orientata a sud, è situata tra la strada statale e il cimitero. L'edificio risalente al XV secolo fu ampliato nel corso dei secoli. La facciata a due spioventi presenta tre portali ed è preceduta da un portico. Il campanile, nascente dal tetto, è aperto da bifore. L'interno è a tre navate con volte a crociera e reticolate; il presbiterio è avanzato verso la navata; l'abside poligonale è coperta da volta a crociera.
Preesistenze
Tracce della primitiva chiesa: il portale sul lato destro della chiesa risalente alla prima fase costruttiva dell'edificio, la cui soglia è rialzata rispetto al terreno.
Pianta
Pianta rettangolare ad asse maggiore longitudinale, a tre navate; stretto presbiterio rettangolare; abside poligonale.
Facciata
Facciata a due spioventi aperta da tre portali architravati e da una finestrella rettangolare. Portico, in corrispondenza dell'ingresso sinistro e di quello principale, caratterizzato da pilastri in pietra sostenenti arcate a tutto sesto. Finiture ad intonaco.
Prospetti
Fiancata est segnata da contrafforti in pietra a vista e aperta da un portale laterale. Fiancata ovest liscia, caratterizzata dal volume in aggetto della sacrestia. Finiture ad intonaco.
Campanile
Struttura a pianta quadrata, posta a sud-ovest, nascente dal tetto; fusto in muratura di pietrame a vista con quadrante di orologio sommitale; cella campanaria aperta da bifore e finestrelle rettangolari; tetto piramidale ricoperto da coppi in laterizio.
Struttura
Strutture portanti verticali: muratura in pietrame intonacata. Strutture di orizzontamento: tre volte a crociera sulla navata centrale; tre volte a crociera sulla navata laterale destra; volta a crociera sulla prima campata della navata sinistra e volte reticolate sopra la seconda e la terza; volta a crociera sull'abside. Presenza di tiranti in ferro nella navata e in corrispondenza dell'arco santo.
Coperture
Tetto del portico a padiglione, tetto della chiesa a due falde, tetto della zona absidale (ribassato e ristretto rispetto a quello della navata) a padiglione, ricoperti da coppi in laterizio.
Interni
Tre navate separate da archi a tutto sesto sostenuti da pilastri: la navata centrale, più ampia, è suddivisa in tre campate; ogni navata laterale, suddivisa in tre campate, è aperte da tre finestre e termina in una pedana rialzata su due gradini, dove entro cancellate sono collocati gli altari laterali. Presbiterio avanzato verso la navata e rialzato su un gradino. Arco santo a tutto sesto. Zona absidale con due finestre centinate. Finiture ad intonaco tinteggiato.
Pavimenti e pavimentazioni
Pavimento del portico in mattonelle ortogonali in cotto. Pavimento delle navate e del presbiterio a quadrotte di pietra calcarea bianca e rossa, a corsi diagonali. Pavimento delle pedane, poste nelle terze campate delle navate laterali, e dell'abside a mattonelle monocrome di pietra.
Elementi decorativi
Affreschi sulla facciata e sulla parete sinistra del presbiterio; dipinti a tempera nella zona absidale e in controfacciata.
Adeguamento liturgico

presbiterio - aggiunta arredo (1969)
L'adeguamento liturgico risale al 1969, ma non ha carattere di stabilità. Il presbiterio storico mantiene le balaustre originali e come custodia eucaristica viene utilizzato il tabernacolo dell'altare maggiore. I poli liturgici sono sistemati su una pedana lignea, rialzata di un gradino e costruita ex novo, quale prolungamento del presbiterio storico verso la navata. In posizione centrale si colloca la mensa lignea, posta su una predella; a destra, è posizionato l'ambone ligneo.
Contatta la diocesi