chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Balocco
Vercelli
chiesa
sussidiaria
Sant'Antonio
Parrocchia di Santi Michele e Antonio
Campanile; Coperture; Facciata; Pavimenti e pavimentazioni; Pianta; Strutture di orizzontamento; Volta
altare - aggiunta arredo (1970-1980)
1573 - XVI(descrizione intero bene); 1579 - XVI(fondazione intero bene); 1588 - XVI(descrizione intero bene); 1902 - XX(descrizione intero bene); 1928 - XX(rifacimento coperture); 1963 - XX(descrizione intero bene); 2007 - XXI(rifacimento campanile); 2015 - XXI(rifacimento intero bene )
Chiesa di Sant'Antonio
Tipologia e qualificazione chiesa sussidiaria
Denominazione Chiesa di Sant'Antonio <Balocco>
Ambito culturale (ruolo)
maestranze piemontesi (Costruzione)
Notizie Storiche

1573 - XVI (descrizione intero bene)

scrive R. Orsenigo in Vercelli Sacra quanto segue: " fu eretta probabilmente nella seconda metà del secolo XVI, smembrandola dalla cura di Balocco. La prima memoria che s'ha di questa parrocchia si trova nelle note di s. visita di mons. Bonomi:" die 22 augusti 1573 visitavit pariter pagum Bastiae in quo adest parochialis acclesia sub titulo S. Antonii Abatis, in qua non reperiturSs. Sacramentum...".

1579 - XVI (fondazione intero bene)

all'interno delle "Risposte al questionario" del 1929 si riporta quanto segue:" non si hanno notizie precise; è certo che esisteva già nell'anno 1579, sebbene allora fosse una semplice chiesuola, mancante delle due navate laterali".

1588 - XVI (descrizione intero bene)

la chiesa viene decretata nel 1588 con quanto segue: " Essendosi trovata la chiesa senza Curato et vacante da un pezzo per difetto dei redditi che non sono bastanti a mantenere un sacerdote, ordiniamo alla Comunità che fra un mese provvedasi di sacerdote abile a quella carica e di redditi sufficienti con i quali possa vivere".

1902 - XX (descrizione intero bene)

sempre nel documento del 1929 si trova la descrizione della chiesa: " la chiesa ha tre navate di modeste dimensioni, quella di mezzo è antichissima, le due laterali furono fabbricate sull'antico cimitero a spese del comune l'anno 1902 a fianco dell'altar maggiore cioè nella parete destra di fianco all'altar maggiore c'è un uscio, che mette in sacrestia, dietro l'altar maggiore c'è il coro. La facciata della chiesa è volta a levante. Entrando in chiesa, nella parete di destra c'è un uscio che mette sul campanile.

1928 - XX (rifacimento coperture)

l'ultima riparazione della chiesa fu fatta nell'anno 1928 con il rifacimento completo della chiesa: " fu riparato interamente il tetto della chiesa facendo in gran parte fondamenta nuova, cambiato molte tegole deteriorate e si coprì il frontone della navata di mezzo largo un metro di cemento mentre prima era coperto di tegole".

1963 - XX (descrizione intero bene)

nella Visita Pastorale si legge quanto di seguito: " dedicata a S. Antonio Abate. In buone condizioni di statica e di manutenzione. Il tetto venne ripassato nel 1962. Sono in corso i lavori per l'installazione dell' orologio sul campanile. Il tetto del campanile avrebbe bisogno di essere ripassato perché vi sono molte tegole sporgenti".

2007 - XXI (rifacimento campanile)

nel 2007 sono stati avviati lavori di rifacimento del campanile della chiesa.

2015 - XXI (rifacimento intero bene )

i lavori di rifacimento delle coperture si sono conclusi nel 2015.
Descrizione

la chiesa di Sant'Antonio sorge a Balocco, in frazione Bastia, lungo la via intitolata all'omonimo Santo in posizione rialzata rispetto al livello stradale. L'edificio si presenta strutturalmente con elementi portanti verticali in muratura continua sul perimetro ed è corredato da un campanile romanico quadrato. In facciata la chiesa si presenta anticipata dalla scalinata che conduce all'interno; il prospetto principale è dato dal portale sopra il quale è collocata una grande finestra oculare per l'illuminazione della navata centrale interna. Al di sopra della finestra è visibile il frontone triangolare. L'interno della chiesa è strutturato a tre navate e presenta in sommità della navata principale delle unghie di volta in corrispondenza dei pilastri costituenti gli archi, mentre le navate laterali sono caratterizzate da volte a vela. In corrispondenza con le navate laterali si ergono due altari con nicchie e tabernacolo mentre le coperture sono costituite da manto in coppi su orditura lignea dalla semplice forma a due falde. Sul lato destro della costruzione è visibile il campanile, con basamento a terra e lesene marcapiano dotate di monofore.
Campanile
campanile romanico a pianta quadrata presente sul lato destro della chiesa. Struttura con basamento a terra e lesene marcapiano dotate di monofora, terminante con cella campanaria e copertura.
Coperture
coperture sono costituite da manto in coppi su orditura lignea dalla semplice forma a due falde.
Facciata
in facciata la chiesa si presenta anticipata dalla scalinata che conduce all'interno; il prospetto principale è dato dal portale sopra il quale è collocata una grande finestra oculare per l'illuminazione della navata centrale interna. Al di sopra della finestra è visibile il frontone triangolare.
Pavimenti e pavimentazioni
pavimento realizzato con formelle esagonali, caratterizzato da un camminamento centrale a motivo geometrico floreale nei toni del rosso e nero su sfondo crema e bande alterali scure.
Pianta
edificio a tre navate con terminazione rettangolare.
Strutture di orizzontamento
orizzontamenti voltati protetti da copertura avente orditura lignea e manto in coppi.
Volta
la chiesa presenta in sommità della navata principale delle unghie di volta in corrispondenza dei pilastri costituenti gli archi, mentre le navate laterali sono caratterizzate da volte a vela.
Adeguamento liturgico

altare - aggiunta arredo (1970-1980)
si registra la presenza di arredo sacro rispondente alle disposizioni conciliari e consistente di leggio e seduta posti ai lati dell'altare, relizzati in legno, con linee semplici e moderne e posizionati nella zona del presbiterio.
Contatta la diocesi