chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Lupazzano
Neviano degli Arduini
Parma
chiesa
parrocchiale
San Michele Arcangelo
Parrocchia di San Michele Arcangelo
Coperture; Pavimenti e pavimentazioni
altare - intervento strutturale (1980 circa)
1564 - 1564(erezione a parrocchia intero bene); XVII - 1694(rifacimento intero bene); 1744 - 1744(costruzione campanile); XIX - XIX(abbassamento pavimento); 1888 - 1888(completamento intorno); 1946 - 1946(completamento abside); 1983 - 1988(restauro intero bene); 2012 - 2012(restauro intero bene)
Chiesa di San Michele Arcangelo
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa di San Michele Arcangelo <Lupazzano, Neviano degli Arduini>
Ambito culturale (ruolo)
maestranze parmensi (costruzione)
Notizie Storiche

1564  (erezione a parrocchia intero bene)

La chiesa diviene parrocchia.

XVII - 1694 (rifacimento intero bene)

In questo territorio esisteva una chiesa già a partire dal XII secolo. Dal XVI secolo, siccome versava in condizioni rovinose, la parrocchia viene spostata presso l'Oratorio di San Rocco, di patronato dei Borri. La chiesa viene riedificata entro il 1694.

1744  (costruzione campanile)

Realizzazione del campanile in pietra arenaria.

XIX  (abbassamento pavimento)

Nel corso del secolo sia il pavimento interno che il sagrato subirono un abbassamento per togliere le antiche sepolture.

1888  (completamento intorno)

Realizzazione del muro di cinta del sagrato.

1946  (completamento abside)

Il pittore parmense Emanuele Quintavalla esegue le decorazioni delle pareti e della volta dell'abside.

1983 - 1988 (restauro intero bene)

A seguito del terremoto del 1983 la chiesa fu gravemente lesionata e fu oggetto di restauro delle opere murarie e delle decorazioni.

2012  (restauro intero bene)

A seguito del terremoto del 23 dicembre 2008 la chiesa e il campanile sono stati oggetto di un intervento di restauro e miglioramento sismico su progetto dell'architetto Mario Ugolotti.
Descrizione

L'esterno della chiesa si caratterizza per la presenza di una volumetria molto semplice in quanto l'organismo architettonico, in pianta, è sostanzialmente configurato secondo un quadrilatero piuttosto regolare, caratterizzato da un orientamento nord-sud. Sul fianco est la chiesa presenta in adiacenza il volume della canonica e la sagrestia, mentre sul lato ovest, sempre in adiacenza, si trovano la torre campanaria e un portico che costituisce l'accesso laterale alla chiesa. L'interno è a navata unica con soffitto voltato a botte. Anche le cappelle laterali e il presbiterio, leggermente rialzato rispetto all'aula, presentano una copertura voltata a botte. Il presbiterio, concluso da abside piatta, risulta separato dal resto della navata per mezzo di un arco a tutto sesto con apertura di poco inferiore alla larghezza dell'aula e leggermente ribassato rispetto alla volta a botte presbiterale. Ci sono due cappelle laterali, una per parte, dedicate rispettivamente all'Immacolata Concezione, a sinistra, e a San Michele Arcangelo, a destra.
Coperture
La copertura a due falde, con linea di colmo in corrispondenza dell'asse longitudinale della chiesa, è sostenuta da una volta strutturale in laterocemento, risalente agli inizi del Novecento. Il manto di copertura è in tegole marsigliesi. All'interno la navata ha volta a botte affrescata con un motivo a finti cassettoni, mentre il presbiterio presenta volte a botte lunettate.
Pavimenti e pavimentazioni
Pavimento in cotto a posa in diagonale nella navata e in marmo nel presbiterio.
Adeguamento liturgico

altare - intervento strutturale (1980 circa)
Altare in marmo bianco rivolto verso l'assemblea, caratterizzato da quattro colonnine, accoppiate a due a due, per parte reggenti una mensa.
Contatta la diocesi