chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Camerino
Camerino - San Severino Marche
chiesa
cattedrale
S.S. Annunziata
Parrocchia della Cattedrale SS. Annunziata
Interno; Impianto strutturale; Coperture; Preesistenze; Presbiterio
presbiterio - intervento strutturale (1970-1979)
VII - 1799(preesistenze intero bene); 1799 - 1832(costruzione intero bene); 1823 - 1823(costruzione facciata); 1997 - 1997(consolidamento e rinforzo strutturale intero bene); 2016 - 2019(danni sismici intero bene)
Cattedrale della Santissima Annunziata
Tipologia e qualificazione chiesa cattedrale
Denominazione Cattedrale della Santissima Annunziata <Camerino>
Altre denominazioni Chiesa Cattedrale Santissima Annunziata
S.S. Annunziata
Ambito culturale (ruolo)
ambito marchigiano (progettazione)
maestranze marchigiane (costruzione)
maestranze marchigiane (costruzione della facciata)
maestranze marchigiane (consolidamento e rinforzo strutturale)
Notizie Storiche

VII - 1799 (preesistenze intero bene)

La prima cattedrale viene costruita nel VII secolo. I reperti più antichi provengono da artisti di ambito bizantino. Tra la fine del XII secolo e l'inizio del XIII viene costruita la cattedrale nello stile di transizione tra il romanico e il gotico. Questa seconda cattedrale fu ornata di una nuova facciata nel 1748.

1799 - 1832 (costruzione intero bene)

In seguito al terremoto del 1799 la cattedrale romanico-gotica crolla. La ricostruzione dell'edificio, su progetto di Andrea Vici, allievo di Vanvitelli, viene realizzata nella prima metà del XIX secolo, occupando anche l'area retrostante l'abside della vecchia chiesa, sulla quale si ergeva la chiesa di San Giuseppe, poi demolita per assicurare più spazio alla nuova cattedrale. Secondo il libro scritto dal Vici, nel 1806 la cripta era terminata e si stavano realizzando i basamenti della navata. Nel 1832 la nuova cattedrale fu inaugurata.

1823  (costruzione facciata)

La facciata viene costruita dopo il 1823, su progetto e con la direzione dei lavori di Clemente Folchi.

1997  (consolidamento e rinforzo strutturale intero bene)

A seguito del sisma del 1997 la chiesa venne sottoposta a lavori di consolidamento e rinforzo strutturale.

2016 - 2019 (danni sismici intero bene)

Nel 2016 il sisma ha provocato nuove lesioni e danni: la cattedrale è dichiarata inagibile. Nel 2019 l'edificio risulta ancora inagibile e chiuso al culto.
Descrizione

La cattedrale intitolata alla Santissima Annunziata fu costruita a partire dal 1800 sul sedime storico della precedente e sul lotto occupato dalla demolita chiesa di San Giuseppe. L'edificio venne completato nel 1832. La cattedrale è disposta obliquamente rispetto ai punti cardinale e la facciata rivolge verso sud ovest. Il prospetto su due ordini è porticato al piano terra con cinque archi intervallati da colonne a tutto tondo provviste di capitelli ionici. Agli estremi il prospetto è concluso da lesene rivestite in travertino. Sopra la trabeazione che divide i due ordini sono aperte cinque finestre con cornici e architravi modanati. La facciata è sormontata da timpano. In secondo piano, arretrate di circa sei metri, si elevano due torri campanarie coperte da cupole rivestite di lastre di rame. Passando lungo la via che costeggia la cattedrale a sud, si giunge all'abside, poderosa nei suoi alti muri. Alla base sta l'ingresso alla cripta.
Interno
La cattedrale ha pianta a croce latina e si sviluppa su tre navate. Sulle navate laterali affacciano cappelle minori. Altre due cappelle sono poste al vertice delle due navate laterali. Le navate sono ritmate da colonne corinzie intervallate al centro da pilastri che reggono archi a tutto sesto. In corrispondenza degli archi stanno due cappelle più ampie. Sopra le colonne corre una trabeazione ornata di cornice sopra la quale sono aperte finestre termali. La navata è coperta con volta a botte suddivisa in scomparti da archi a tutto sesto.
Impianto strutturale
Muratura perimetrale portante e pilastri posti in opera con mattoni pieni e blocchi di pietra.
Coperture
Tetto a due falde con solaio in laterizio rivestito esternamente in coppi, sorretto da impalcato ligneo di capriate, travi ed arcarecci.
Preesistenze
Nella cripta alla base dell'abside, è conservata l'arca di Sant'Ansovino. Il santo vescovo di Camerino visse nel secolo IX e morì nel 868. Era di origine longobarda e fu a capo di una delle più vaste diocesi del tempo. L'arca in pietra scolpita risale ad un periodo compreso tra il 1390 ed il 1418, in stile gotico toscano, con bestiario, statue di virtù in pietra, sarcofago, angeli e, nell'ultimo piano, una statua in pietra della Madonna. Sulla sommità sta una loggetta con colonne tortili con capitelli scolpiti che reggono archi trilobati.
Presbiterio
Il presbiterio è contenuto entro l'emiciclo absidale mentre tra la navata e l'abside è riservata un'ampia area ai membri del Capitolo. Alle pareti sono fissati dossali in legno con sedute. A livello superiore stanno due cantorie con organo e canne protetti da pregevoli balaustrate in legno con intagli dorati.
Adeguamento liturgico

presbiterio - intervento strutturale (1970-1979)
Al centro del presbiterio fu installato l'altare presente oggi, con rimozione del dossale. Al momento con la cattedrale inagibile, l'altare è coperto da pannelli protettivi di legno.
Contatta la diocesi