chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Preggio
Umbertide
Perugia - Citta' della Pieve
chiesa
sussidiaria
San Bartolomeo dei Fossi
Parrocchia della Santissima Trinità
pianta; facciate; fondazioni; impianto strutturale; coperture; pavimenti e pavimentazioni
nessuno
1350 - 1350(costruzione intero bene); 1350 - 1350(menzione intero bene); 1500 - 1500(menzione intero bene); 1821 - 1821(unione parrocchie); 1855 - 1855(unione parrocchie); 1944 - 1944(restauro intero bene)
Chiesa di San Bartolomeo dei Fossi
Tipologia e qualificazione chiesa sussidiaria
Denominazione Chiesa di San Bartolomeo dei Fossi <Preggio, Umbertide>
Ambito culturale (ruolo)
maestranze umbre (costruzione)
Notizie storiche
1350 - 1350 (costruzione intero bene)
La costruzione dell'edificio è anteriore al 1350.
1350 - 1350 (menzione intero bene)
Nel Liber Beneficiorum, è iscritta la chiesa di S. Bartolomeo de Foschis, dipendente dalla canonica della SS. Trinità di Preggio.
1500 - 1500 (menzione intero bene)
Intorno al 1500 la chiesa è menzionata nel catasto.
1821 - 1821 (unione parrocchie)
Nel 1821 la parrocchia di San Bartolomeo fu provvisoriamente unita alle parrocchie di San Simone in Monestevole, di San Michele Arcangelo in Racchiusole e di Santa Maria in Monte Acuto.
1855 - 1855 (unione parrocchie)
Nel 1855 la chiesa di San Bartolomeo dei Fossi fu temporaneamente riunita alla parrocchia di San Simone in Monestevole.
1944 - 1944 (restauro intero bene)
Nel 1944 l'edificio fu gravemente danneggiato e restaurato a spese del parroco don Marcucci.
Descrizione Ha pianta a croce latina. Le pareti sono in muratura mista, intonacata internamente. La chiesa è scandita da pilastrature che formano una navata suddivisa in tre campate con transetto e presbiterio. Coperta con volte a vela di mattoni, in foglio, sono delimitate da archi longitudinali e trasversali. Il presbiterio e il transetto sono illuminati da rosoncini. Le finestre della cripta hanno archi strutturali di scarico posti sopra l'architrave. Chiesa campestre con una grande canonica-fattoria posta sul crinale con ampia vista all'intorno. Di fronte all'ingresso principale c'è un ampio sagrato. La chiesa sul retro ha forme che imitano il romanico e sull'angolo, un campanile merlato. L'architrave della finestra della cripta porta la data "1926". In corrispondenza della sacrestia, all'esterno, ci sono decorazioni e una piccola nicchia in arenaria.
pianta
A croce latina.
facciate
La principale è intonacata. Portale in arenaria modanata sormontato da una finestra a lunetta. Gli spioventi del tetto sono in tavelloni con sottostante cornice di mattoni disposti a "dente di lupo". A sinistra della porta una lapide in marmo in Memoria dei Caduti della guerra.
fondazioni
Il transetto e il presbiterio hanno un vano sottostante.
impianto strutturale
Pareti in muratura mista, intonacata internamente. La chiesa è scandita da pilastrature che formano una navata suddivisa in tre campate con transetto e presbiterio. Coperta con volte a vela di mattoni, in foglio, sono delimitate da archi longitudinali e trasversali. Il presbiterio e il transetto sono illuminati da rosoncini. Le finestre della cripta hanno archi strutturali di scarico posti sopra l'architrave.
coperture
Lignee con manto in marsigliesi.
pavimenti e pavimentazioni
In cotto.
Adeguamento liturgico
nessuno
Contatta la diocesi