chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Boario
Gromo
Bergamo
chiesa
parrocchiale
S. Bartolomeo
Parrocchia di San Bartolomeo Apostolo
Preesistenze; Impianto strutturale; Pianta; Coperture
altare - aggiunta arredo (1965 - 1975)
XVI - 1572(preesistenze carattere generale); 1677 - 1677(parrocchialità carattere generale); 1742 - 1759(costruzione carattere generale); 1762 - 1762(costruzione torre campanaria ); 1777 - 1777(parrocchialità carattere generale); 1876 - 1876(restauro copertura); 1936 - 1937(completamento carattere generale); 1940 - 1940(rifacimento carattere generale); 1943 - 1943(parrocchialità torre campanaria); 1965 - 1965(rifacimento carattere generale); 1971 - 1972(restauro torre campanaria); 2005 - 2005(rifacimento carattere generale)
Chiesa di San Bartolomeo
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa di San Bartolomeo <Boario, Gromo>
Altre denominazioni S. Bartolomeo
Ambito culturale (ruolo)
maestranze bergamasche (costruzione)
Notizie storiche
XVI - 1572 (preesistenze carattere generale)
la chiesa primitiva venne eretta sul finire del 1500; probabilmente ultimata nel 1572 come riportato sull'architrave dell'ingresso laterale
1677 - 1677 (parrocchialità carattere generale)
il 18 febbraio 1677 il vescovo di Bergamo Daniele Giustiniani innalzò la chiesa a parrocchiale, rendendola autonoma da quella di Gromo.
1742 - 1759 (costruzione carattere generale)
la chiesa venne ricostruita ed ampliata sulla precedente nel XVIII secolo.
1762 - 1762 (costruzione torre campanaria )
realizzazione della torre campanaria
1777 - 1777 (parrocchialità carattere generale)
il 25 giugno 1777 venne consacrata da Antonio Maria de Ambiveris vescovo titolare di Aureliopoli, che la dedicò a San Bartolomeo
1876 - 1876 (restauro copertura)
lavori di riparazione ad una parte della copertura
1936 - 1937 (completamento carattere generale)
vennero realizzati contemporaneamente ai lavori di restauro interventi di decorazione interna
1940 - 1940 (rifacimento carattere generale)
lavori di tinteggiatura della chiesa
1943 - 1943 (parrocchialità torre campanaria)
l'8 settembre 1943 furono ricollocate le campane dopo la requisizione bellica
1965 - 1965 (rifacimento carattere generale)
lavori di riparazione alla chiesa e alla canonica
1971 - 1972 (restauro torre campanaria)
restauro esterno della torre campanaria
2005 - 2005 (rifacimento carattere generale)
lavori di rifacimento e di restauro hanno interessato le facciate, le finestre, le lattonerie e la copertura
Descrizione La chiesa è nel centro della frazione di Boario nel comune di Gromo; è preceduta sul prospetto principale da un portico che continua sul lato destro aprendosi con archi sulla adiacente strada comunale. Il portico presenta parapetto in muratura con copertina di pietra su cui si appoggiano delle colonne in stile toscano che sorreggono gli archi in muratura di luce irregolare. Sopra il portico sono stati ricavati dei locali illuminati da finestrelle quadrate contornate in pietra. In generale la facciata si presenta liscia ed intonacata. È preceduta da un viale pedonale pavimentato in pietra e affiancato da piccole aiuole; il camminamento conduce dalla quota stradale, più bassa, al portico, creando sul lato destro un muro di contenimento. Sotto il portico la facciata presenta linee settecentesche visibili anche nella parte proseguente sopra il portico. La facciata è divisa in tre settori da quattro lesene, che complete di capitelli corinzi sorreggono un cornicione ad andamento curvilineo. La parte centrale è leggermente avanzata e le due laterali hanno andamento curvilineo per raccordarsi ai muri perimetrali laterali. Attraverso il portale dell'ingresso principale con contorno di porfido, posto centralmente sotto il portico, si perviene al vano della chiesa che si presenta ad una sola navata ripartita in cinque campate da lesene complete di capitello. Sotto le lesene, per tutto il perimetro interno della chiesa, è presenta un'importante zoccolatura in marmo, mentre sopra, corre una trabeazione sormontata da cornicione su cui s'imposta la volta a botte di copertura. Le campate non hanno luce conforme, infatti la seconda e la quarta sono quelle con luce maggiore e le uniche che ospitano altari minori in nicchia. Le altre tre sono più piccole e ospitano tutte, nella parte superiore, un matroneo con parapetto ed arcata a sesto ribassato in muratura; la campata di mezzo poi ospita a destra e a sinistra gli ingressi laterali. In corrispondenza degli altari minori confinati in archi a tutto sesto, sopra il cornicione, sono presenti ampie finestre rettangolari, che unitamente a quella posta sul fronte principale sopra il portico, illuminano naturalmente la chiesa. Il presbiterio è più ristretto della navata, è rialzato di tre gradini dalla stessa, ha pianta rettangolare ed è concluso da abside semicircolare. L'arco trionfale a tutto sesto segna l'inizio della volta a botte di copertura del presbiterio, che si raccorda all'abside con il solito catino absidale.
Preesistenze
la chiesa venne ricostruita ed ampliata sulla precedente, realizzata nel XV secolo, nel XVIII secolo.
Impianto strutturale
edificio in muratura continua con volte e solai di forma articolata
Pianta
la chiesa si presenta ad una sola navata ripartita in cinque campate da lesene
Coperture
copertura a falde con struttura in legno e manto di copertura in lastre di ardesia
Adeguamento liturgico
altare - aggiunta arredo (1965 - 1975)
aggiunta di altare comunitario realizzato in legno di noce intagliato rivolto verso l'aula in funzione delle direttive dettate dal Concilio Vaticano II.
Contatta la diocesi