chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
sestiere di Santa Croce
Venezia
Venezia
chiesa
vicariale
SAN ZANDEGOLÀ
S. GIOVANNI DECOLLATO
Parrocchia di San Giacomo dall'Orio
Pianta; Coperture; Impianto strutturale; Facciata; Presbiterio
presbiterio - intervento strutturale (1970-1980); presbiterio - aggiunta arredo (1970-1980)
IX - IX(costruzione intero bene); XII - XVIII(restauro intero bene); XVIII - XVIII(restauro facciata); XVIII - XVIII(sostituzione campanile); XIX - XIX(chiusura intero bene); 1945 - 1945(restauro intero bene)
Chiesa di San Zandegolà, San Giovanni Decollato
Tipologia e qualificazione chiesa vicariale
Denominazione Chiesa di San Zandegolà, San Giovanni Decollato <sestiere di Santa Croce, Venezia>
Altre denominazioni San Zan Degolà
SAN ZANDEGOLÀ, S. GIOVANNI DECOLLATO
Ambito culturale (ruolo)
maestranze venete (costruzione chiesa)
Notizie Storiche

IX  (costruzione intero bene)

La prima costruzione risale al 1007 per opera della famiglia Venier.

XII - XVIII (restauro intero bene)

L'edificio fu interessato da numerosi restuari e modifiche nel 1149, successivamente nel 1213 1 infine nel 1703.

XVIII  (restauro facciata)

La facciata venne restaurata nel XVIII secolo nelle forme attuali.

XVIII  (sostituzione campanile)

Il campanile originario venne distrutto nel XVIII secolo e sostituito da quello odierno che risulta essere una torretta mozza.

XIX  (chiusura intero bene)

La chiesa venne chiusa in epoca napoleonica perchè pericolante e riaperta a seguito di un intervento nel 1818.

1945  (restauro intero bene)

Vengono riscoperti due lacerti di affreschi risalenti al tardo XIII secolo: Sant'Elena e quattro Santi e l'Annunciazione.
Descrizione

Le origini della chiesa, chiamata "San Zan Degolà", risultano incerte e controverse. Alcune fonti la fanno risalire addirittura al VII-VIII secolo, quando esisteva un oratorio in legno. La prima costruzione risale al 1007 ad opera della famiglia Venier, mentre l'intitolazione a San Giovanni Battista Decollato avvenne nel 1118. Unico esempio di architettura veneto-bizantina ancora intatta (notevoli gli affreschi risalenti alla fine del XIII secolo, rinvenuti nel 1945), subì numerosi rimaneggiamenti mantenendo all'interno l'antico tipo di chiesa a pianta basilicale del XI secolo, a tre navate, separate da otto colonne di marmo greco con capitelli bizantini.
Pianta
Basilicale a tre navate.
Coperture
Soffitto a carena di nave.
Impianto strutturale
Edificio in muratura con volte e solai di forma articolata.
Facciata
Tripartita, con parte centrale a frontone raccordata alle navate minori da due ali a voluta.
Presbiterio
A pianta rettangolare.
Adeguamento liturgico

presbiterio - intervento strutturale (1970-1980)
Eliminazione delle balaustre.
presbiterio - aggiunta arredo (1970-1980)
Aggiunta mensa e ambone mobili.
Contatta la diocesi