chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Sinopoli Inferiore
Sinopoli
Oppido Mamertina - Palmi
chiesa
sussidiaria
San Giorgio
Parrocchia di Santa Maria delle Grazie e San Giorgio
Facciata; Pianta; Strutture verticali; Pavimenti e pavimentazioni; Elementi decorativi; Coperture; Campanile
altare - aggiunta arredo (2005 ca.); ambone - aggiunta arredo (2005)
1539 - 1539(fondazione intero bene); 1783 - 1875(ricostruzione parziale intero bene); 1968 - 1969(riparazione intero bene); 2005 - 2005(restauro intero bene)
Chiesa di San Giorgio
Tipologia e qualificazione chiesa sussidiaria
Denominazione Chiesa di San Giorgio <Sinopoli Inferiore, Sinopoli>
Ambito culturale (ruolo)
maestranze calabresi (costruzione)
Notizie storiche
1539 - 1539 (fondazione intero bene)
Secondo Misitano, la chiesa di S. Giorgio corrisponderebbe all'antica chiesa dello Spirito Santo, la cui fondazione risale al 1539. Sicuramente cinquecentesco è il campanile.
1783 - 1875 (ricostruzione parziale intero bene)
Semidistrutto dal sisma del 1783, l'edificio venne ricostruito nel 1875 a cura dell'arc. don Carmelo Misitano.
1968 - 1969 (riparazione intero bene)
La chiesa fu oggetto di alcuni lavori di riparazione a seguito dei danni causati dall'alluvione del 1959.
2005 - 2005 (restauro intero bene)
Nel 2005 la chiesa è stata oggetto di un restauro generale.
Descrizione L'unica chiesa di Sinopoli inferiore, intitolata a San Giorgio Martire, potrebbe essere l'antica chiesa dello Spirito Santo, fondata nel 1539. L'edificio, parzialmente ricostruito nel XIX secolo, ha subito vari rimaneggiamenti. Nel suo aspetto attuale, presenta il prospetto principale, coronato da frontone triangolare, ordinato da semplici riquadrature e intonacato, mentre quelli laterali lasciano vedere la muratura mista in pietrame e mattoni. L'interno, a navata unica, ha le pareti scandite da lesene ioniche binate; nel presbiterio spicca l’imponente altare, in muratura dipinta a finto marmo e stucco, con la secentesca statua dell’Immacolata. La chiesa custodisce anche altre pregevoli sculture marmoree dei secoli XVI e XVII.
Facciata
La facciata, chiusa da frontone triangolare, presenta un paramento intonacato monocromatico, articolato da semplici riquadrature. In quelle centrali sono il portone, incorniciato da un portale lapideo rattangolare con timpano triangolare soprastante, e, in asse, una finestra ovale. L'ingresso è affiancato da due piccole nicchie ovali.
Pianta
Interno a navata unica, conclusa da presbiterio a pianta rettangolare rialzato di un gradino. Dal lato destro si accede alla sacrestia e al campanile.
Strutture verticali
Le pareti sono scandite da lesene ioniche binate, sopra le quali si estende una cornice; nello spessore dei muri sono ricavate delle arcate a tutto sesto ospitanti delle statue. In alto, quasi a ridosso del soffitto, si aprono dei finestroni semicircolari.
Pavimenti e pavimentazioni
Nella navata, il pavimento è in piastrelle di graniglia di marmo beige, mentre una fascia di colore rosso la percorre dall'ingresso al presbiterio; in quest'ultimo le piastrelle sono rosse.
Elementi decorativi
Cornici e capitelli in stucco ornano la navata. Un imponente altare, in muratura dipinta a finto marmo con alzata in stucco, è addossato nella parete di fondo del presbiterio.
Coperture
La chiesa presenta un controsoffitto piano semplicemente dipinto di bianco. Tetto a due falde con manto di copertura in lamiere.
Campanile
Il campanile si innalza sul lato posteriore dell'edificio, attiguo al presbiterio e alla sacrestia. A sezione quadrata, presenta delle aperture a tutto sesto nella cella campanaria.
Adeguamento liturgico
altare - aggiunta arredo (2005 ca.)
E' stato aggiunto al centro del presbiterio un nuovo altare a mensa marmoreo, in sostituzione di quello collocato in una prima fase di adeguamento liturgico. Sulla parete di fondo è presente l'antico altare.
ambone - aggiunta arredo (2005)
A sinistra del presbiterio è stato aggiunto un nuovo ambone marmoreo coerentemente con le direttive conciliari.
Contatta la diocesi