chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Barisciano
L'Aquila
chiesa
sussidiaria
Santa Maria di Capo di Serra
Parrocchia di San Flaviano
Pianta; Coperture; Pavimenti e pavimentazioni; Elementi decorativi
nessuno
XII - XII(costruzione intero bene); XII - XIX(storia intero bene); XVIII - XVIII(crollo della parte centrale intero bene); XXI - XXI(restauro e riapertura al culto intero bene); 2009 - 2019(danni sisma 2009 intero bene)
Chiesa di Santa Maria di Capo di Serra
Tipologia e qualificazione chiesa sussidiaria
Denominazione Chiesa di Santa Maria di Capo di Serra <Barisciano>
Altre denominazioni Chiesa Madonna del Buon Consiglio
Ambito culturale (ruolo)
maestranze abruzzesi (costruzione)
Notizie Storiche

XII  (costruzione intero bene)

sebbene non si ha notizia certa della costruzione originaria, la chiesa viene citata già nel 1183

XII - XIX (storia intero bene)

Nelle bolle di Papa Lucio III del 1183 e di papa Clemente III del 1188 viene citata la chiesa molto prima dell'attribuzione storica della chiesa Testimonianze riportano notizie dell'importanza delle a chiesa già prima del 1300. la chiesa ed il largo del buon consiglio assurgeva a luogo centrale per la vita pubblica e religiosa del paese in quanto i "consiglieri comunali" del tempo richiamavano in questo largo la popolazione per le più importanti decisioni della vita civile e sociale della comunità. Per quattro secoli la chiesa fu la più importante del paese andando però mano in decadimento dato che la sua destinazione cambio ad opera dei frati di San Colombo che la utilizzarono da ospedale e da ospizio in occasione delle grandi calamità come terremoti e pestilenze. Di qui le pareti furono intonacate a calce rovinando i pregevoli affreschi trecenteschi rivenuti alla luce solo casualmente nei lavori di restauro del 1980.

XVIII  (crollo della parte centrale intero bene)

Dopo i disastrosi terremoti del 1703 la chiesa crollata nella parte centrale della grande navata, fu tagliata dall'edificazione di due case di civile abitazione decretandone il suo decadimento.

XXI  (restauro e riapertura al culto intero bene)

nel 1984 si conduceva una campagna di restauro della chiesa che la riportava al culto nel 2005

2009 - 2019 (danni sisma 2009 intero bene)

la chiesa ha subito danni ingenti a causa del sisma 2009 ed è inagibile (2019)
Descrizione

La chiesa attualmente è composta da due aule affiancate poste su due livelli diversi e collegate ad una scale in pietra di 5 gradini in due diverse aperture. scoperta di recente la presenza di affreschi. La pavimentazione in pietra cotto antichi, volta a botte nel vano principale in legno a vista in quello laterale. Le pareti sono ricche di affreschi ben conservati. la Chiesa ha un solo ingresso laterale con un portale in pietra ed un architrave con un fregio.
Pianta
due aule affiancate poste su due livelli diversi e collegate ad una scale in pietra di 5 gradini in due diverse aperture
Coperture
a botte nel vano pricipale e in legno in quello laterale con manto i
Pavimenti e pavimentazioni
in pietra antica da taglio e cotto antichi
Elementi decorativi
acquasantiera una statua lignea del 1323 della Madonna vari affreschi il portale in pietra ed architrave con un pregevoli fregi
Adeguamento liturgico

nessuno
Contatta la diocesi