chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Tagliacozzo
Avezzano
chiesa
parrocchiale
SS. Annunziata
Parrocchia della Santissima Annunziata
Struttura; Coperture; Elementi decorativi; Pavimenti e pavimentazioni; Scale; Pianta
presbiterio - aggiunta arredo (1998-2000)
XVI - XVI(costruzione chiesa); XVI - XVI(costruzione chiesa); 1584 - XVI(ricostruzione chiesa); XVII - XVIII(costruzione cappella); 1632 - 1632(proprietà intero bene); XVIII - XIX(proprietà convento); 1850 - XIX(passaggio di proprietà chiesa); 1869 - XIX(restauro chiesa); XX - XX(restauro chiesa); 2000 - 2000(restauro chiesa)
Chiesa della Santissima Annunziata
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa della Santissima Annunziata <Tagliacozzo>
Altre denominazioni SS. Annunziata
Ambito culturale (ruolo)
maestranze abruzzesi (costruzione)
Notizie storiche
XVI - XVI (costruzione chiesa)
Le prime notizie certe sulla data di costruzione della Chiesa, secondo quanto riferisce lo storico Muzio Febonio, risalgono al secolo XVI.
XVI - XVI (costruzione chiesa)
Durante la costruzione della Chiesa, vi fu trasferito e rimontato sulla facciata un portale, che tuttora sussiste, proveniente dai resti della distrutta Chiesa di San Giovanni Battista, fondata dal Conte Roberto Orsini nel 1375.
1584 - XVI (ricostruzione chiesa)
In origine sul posto esisteva solo una chiesolina con un ospedale annesso, gestito dalla Confraternita dell'Annunziata. La Confraternita si rivolse cosi' ai Domenicani, che il 6 dicembre 1584 presero possesso della Chiesa e, trovandola piuttosto piccola e malandata, la demolirono per ricostruirla più grande e dignitosa.
XVII - XVIII (costruzione cappella)
Alla fine del secolo XVII e nella prima meta' del secolo XVIII, la Chiesa fu oggetto di cure, riguardanti in particolare l'apertura della prima Cappella a sinistra datata 1693.
1632 - 1632 (proprietà intero bene)
Chiesa e convento vengono menzionati in una Bolla d'Innocenzo X del 1632.
XVIII - XIX (proprietà convento)
Con la prima soppressione degli ordini religiosi in epoca napoleonica, i Domenicani abbandonano Chiesa e convento e il convento passo' in proprieta' del Comune ed adibito a ricovero per i mendicanti. Nell'anno 1885 fu restaurato e trasformato in trattoria-locanda, denominata "capoccio".
1850 - XIX (passaggio di proprietà chiesa)
Intorno al 1850 la chiesa fu invece affidata al Sodalizio della Vergine Annunziata, che ne curo' il restauro e la decorazione a stucco, dipinto e dorato.
1869 - XIX (restauro chiesa)
L'intervento della famiglia Mancini finanzio' nel 1869 il rifacimento della pavimentazione in battuto veneziano.
XX - XX (restauro chiesa)
L'attuale assetto interno della Chiesa, che probabilmente e' simile a quello tardo-cinquecentesco della sua costruzione, e' frutto di una serie di restauri operati nell'ultimo ventennio.
2000 - 2000 (restauro chiesa)
Consolidamento coperture
Descrizione La chiesa della Santissima Annunziata fu costruita nella prima metà del 1600, quando i frati dell'Ordine Dominicano realizzarono una chiesa ed un convento. Con la soppressione napoleonica degli Ordini Religiosi i frati abbandonarono la struttura e, mentre il convento fu trasformato, la chiesa nel 1850 passò al sodalizio della Vergine Annunziata, che la restaurò con decorazioni a stucco, dorate e dipinte. L'attuale veste della chiesa è simile a quello originale, per i restauri del XX secolo che hanno eliminato le decorazioni policrome ottocentesche. Il prospetto è a coronamento orizzontale, organizzato da un portale centrale ogivale in pietra scolpita. Esso è articolato da tre colonnine di cui due interrotte da un anello bombato e scolpito, con la parte superiore sagomata a tortiglione e a spina. L'archivolto è caratterizzato da due costoloni interni ed uno esterno decorato. Nella parte interna stipiti e architrave in conci squadrati di pietra liscia. Esso proviene da una chiesa distrutta ai piedi del colle Oriente, e risale al XV secolo. A sinistra della facciata c'è la torre campanaria a cinque piani. La chiesa è a pianta rettangolare, suddivisa in cinque campate, con terminazione ad abside, voltata a botte, cinque altari ai lati ricavati in nicchie con arconi a tutto sesto.
Struttura
In muratura continua di pietra.
Coperture
A tetto a falda inclinata, rivestita in coppi.
Elementi decorativi
Portale lapideo, decorazioni a stucco, fregi e cornici.
Pavimenti e pavimentazioni
In battuto veneziano con disegni e decorazioni.
Scale
L'area presbiteriale è rialzata e raccordata da tre gradini in pietra.
Pianta
Rettangolare con pareti laterali articolate da dieci altari, ricavati in nicchie con arconi a tutto sesto. Sagrestia affiancata a destra dell'area presbiteriale.
Adeguamento liturgico
presbiterio - aggiunta arredo (1998-2000)
L'adeguamento liturgico è stato realizzato con una mensa d'altare in marmo anteposta all'altare maggiore. Essa è composta da quattro colonnine a sostegno della mensa rettangolare superiore.
Contatta la diocesi