chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
San Giovanni di Sante Marie
Sante Marie
Avezzano
chiesa
parrocchiale
San Giovanni Battista
Parrocchia di San Giovanni Battista
Struttura; Pavimenti e pavimentazioni; Coperture; Elementi decorativi; Scale; Pianta
zona presbiteriale - aggiunta arredo (1990/2000)
XII - XII(esistenza chiesa); 1690 - XVII(titolo chiesa); XVIII - XVIII(ampliamento intero bene); XX - 1950(ampliamento intero bene); 1998 - 1998(ristrutturazione chiesa); 2003 - 2004(rifacimento tetto)
Chiesa di San Giovanni Battista
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa di San Giovanni Battista <San Giovanni di Sante Marie, Sante Marie>
Ambito culturale (ruolo)
maestranze abruzzesi (costruzione)
Notizie storiche
XII - XII (esistenza chiesa)
Il centro risulta esistente già dall'anno mille e la bolla delle chiese di giurisdizione marsa del sec. XII lo nomina con la dicitura: "S. Joannis in via romana".
1690 - XVII (titolo chiesa)
Durante la prima visita di mons. F.B. Corradini, proveniente da Sante Marie il 24.6.1690, alla chiesa parrocchiale di S. Giovanni Battista.
XVIII - XVIII (ampliamento intero bene)
La chiesa è stata ampliata nel 1756, come dimostra una iscrizione su pietra che ne ricorda la consacrazione.
XX - 1950 (ampliamento intero bene)
Ancora subì delle modifiche nella pianta e nell'attacco al cielo nella prima metà del XX secolo.
1998 - 1998 (ristrutturazione chiesa)
Sono stati eseguiti lavori di tinteggiatura delle pareti interne e sono stati adeguati gli impianti.
2003 - 2004 (rifacimento tetto)
Sono eseguiti i lavori per la riparazione del tetto mediante la sostituzione del manto di copertura in laterizo.
Descrizione La chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista a San Giovanni di Sante Marie compariva già nell'anno Mille in una bolla papale, piccola chiesa fuori le mura affidata alle cure di monaci. Essa fu modificata nel titolo e ampliata nel 1756, come dimostra una iscrizione su pietra che ne ricorda la consacrazione. Ancora subì delle modifiche nella pianta e nell'attacco al cielo nel 1900. La facciata è in pietra a vista, con terminazione a capanna. Nella parte superiore è evidenziato l'intervento di aumento in altezza a causa della sopraelevazione della copertura. Al centro il portale in pietra liscia con ai lati mensole decorate che sorreggono una cornice modanata sporgente. Al di sopra un'edicola, a carteggio in pietra scolpita, con cornice superiore spezzata, più alta e aggettante nella parte centrale; contiene un dipinto, su mattonelle di smalto, del Santo titolare. L'impianto è ad aula unica con terminazione absidale quadrata. Coperta a botte lunettata e decorata con stucchi. ai lati dell'aula due coppie di altari, in marmi policromi decorati a stucco con dorature.
Struttura
Muratura portante in pietrame.
Pavimenti e pavimentazioni
In travertino con una fascia in cotto al centro dell'aula.
Coperture
A tetto a falda inclinata, rivestite in coppi.
Elementi decorativi
Portale lapideo, edicola con ceramica dipinta, all'interno decorazioni a stucco con dorature, affreschi.
Scale
Area presbiteriale rialzata e raccordata da un gradino in travertino.
Pianta
Rettangolare con altari laterali e sagrestia affiancata al lato destro del presbiterio.
Adeguamento liturgico
zona presbiteriale - aggiunta arredo (1990/2000)
L'intervento di adeguamento liturgico è stato realizzato con una semplice mensa d'altare in marmo chiaro, anteposta al'altare maggiore. L'ambone è in metallo mentre la sede del celebrante è in legno.
Contatta la diocesi