chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Pereto
Avezzano
chiesa
parrocchiale
SS. Salvatore
Parrocchia del Santissimo Salvatore
Pianta; Struttura; Coperture; Pavimenti; Campanile
nessuno
XII - XII(preesitenze costruzione); XVI - XVI(ristrutturazione intero bene); XVIII - XIX(restauro intero bene); XX - 1945(ristrutturazione intero bene); 2014 - 2014(rifacimento tetto e facciate)
Chiesa del Santissimo Salvatore
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa del Santissimo Salvatore <Pereto>
Altre denominazioni SS. Salvatore
Ambito culturale (ruolo)
maestranze abruzzesi (costruzione)
Notizie storiche
XII - XII (preesitenze costruzione)
Le prime notizie documentarie riguardanti la Chiesa risalgono al XII secolo, tuttavia dell’edificio medievale oggi non rimane più alcuna traccia, avendo subito nel corso del tempo diverse ed importanti modifiche.
XVI - XVI (ristrutturazione intero bene)
Fu completamente ristrutturato nel XVI secolo per opera della famiglia gentilizia locale Maccafan.
XVIII - XIX (restauro intero bene)
La chiesa fu oggetto di importanti modifiche verso la fine del sec. XVIII e i primi del sec XIX.
XX - 1945 (ristrutturazione intero bene)
L’ultimo intervento risale al 1945 come risulta dalla scritta presente sul portale d’ingresso, in seguito ai danni provocati dal terremoto che ha devastato la marsica nel 1915.
2014 - 2014 (rifacimento tetto e facciate)
Sono in corso i lavori di rifacimento delle copertura lignea, del manto di copertura, del consolidamento delle cornici in pietra del portale e della sovrastante finestra, della realizzazione della barriera chimica e dell' intonaco deumidificante, per l' eliminaazione dell'umidita di risalita, e tinteggiatura delle facciate.
Descrizione La chiesa del Santissimo Salvatore ha origini antiche, legate al nucleo abitativo chiuso entro la prima cinta muraria di Pereto, costituito attorno alla torre. Le prime notizie documentarie riguardanti la chiesa risalgono al XII secolo, tuttavia dell’edificio medievale oggi non rimane più alcuna traccia, avendo subito nel corso del tempo diverse ed importanti modifiche. Fu infatti ristrutturato nel XVI secolo per opera della famiglia gentilizia locale Maccafani, restaurato ancora nell’Ottocento ed in ultimo nel 1949. Oggi la chiesa presenta una semplice facciata in stile neoclassico, con lesene angolari e timpano che inquadrano il portale dalla mostra in pietra ed una finestra rettangolare. L’interno, a navata unica coperta da soffitto piano affrescato, è animato dall’altare maggiore e da due laterali con decorazioni ricche di stucco ma di non particolare rilievo artistico.
Pianta
Pianta rettangolare ad andamento longitudinale disegna una nave unica coperta con controsoffitto piano incannicciato.
Struttura
Muratura portante di pietrame sulla quale poggia il tetto ligneo
Coperture
Tetto a due falde rivestito in coppi.
Pavimenti
Piastrelle di graniglie.
Campanile
Campanile a base irregolare ubicato nella parte destra e retrostante della navata. Cella campanaria con monofore nelle facce e copertura a cuspide piramidale.
Adeguamento liturgico
nessuno
Contatta la diocesi