chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Magliano Dè Marsi
Avezzano
chiesa
parrocchiale
S. Lucia
Parrocchia di Santa Lucia
Struttura; Pianta; Coperture; Scale; Pavimenti e pavimentazioni; Elementi decorativi
zona presbiteriale - aggiunta arredo (2005-2010)
XV - XV(costruzione chiesa); XVII - XVIII(restauri chiesa); 1859 - 1883(costruzione campanile); 1915 - XX(condizioni chiesa); 1934 - XX(restauri chiesa)
Chiesa di Santa Lucia
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa di Santa Lucia <Magliano Dè Marsi>
Altre denominazioni S. Lucia
Ambito culturale (ruolo)
maestranze abruzzesi (costruzione)
Notizie storiche
XV - XV (costruzione chiesa)
Non si conosce la data di edificazione della Chiesa, ma comunque gli storici la collocano nella prima metà del sec.XV.
XVII - XVIII (restauri chiesa)
Il disegno originale della facciata, all'uso aquilano, viene alterato con una sopraelevazione in epoca barocca. Successive manipolazioni della Chiesa si ebbero dopo i terremoti del 1655 e del 1703.
1859 - 1883 (costruzione campanile)
Della costruzione del campanile se ne parla in una seduta decurionale del 1859, ma si arriva ad un intervento concreto solo nel 1871, quando furono inziati i lavori interrotti qualche tempo dopo e ripresi solo nel 1881 per essere portati a termine nel 1883.
1915 - XX (condizioni chiesa)
Ulteriori danni la Chiesa di S. Lucia li subì a seguito del terremoto del 1915. Rimasero in piedi solo il campanile, la parte inferiore della facciata e la navata sinistra.
1934 - XX (restauri chiesa)
Così dissestata la Chiesa rimase fino al 1934, anno in cui fu ripristinata secondo la struttura primitiva, senza cioè le aggiunte barocche dell'interno.
Descrizione La costruzione della chiesa parrocchiale di S. Lucia è collocata dagli storici nella prima metà del sec.XV. Organismo che ha subìto trasformazioni nel XVII secolo e riportato gravi danni nei terremoti del 1655, 1703 e, soprattutto, in quello del 1915, che dissestò gravemente la chiesa, ripristinata nel 1934 senza le aggiunte barocche dell'interno. La facciata, in pietra, è rettangolare a terminazione orizzontale delimitata in due zone da una cornice orizzontale: la parte inferiore presenta tre portali ad arco acuto strombati, nella superiore al di sopra del portale centrale c'è un rosone sul quale campeggia una finestra rettangolare. I tre portali sono simili, quello centrale più grande e ricco, ha tre colonne entro lo spessore del muro, corrispondenti ad una triplice cordonatura dell'archivolto e una frontale a sostegno dell'archivolto sporgente, la lunetta dell'arco è un monolite trilobato. I portali laterali, più semplici, hanno due colonne a sostegno dell'arco inserite nello spessore del muro. Il rosone, incorniciato, ha dodici colonnine disposte a raggiera e raccordate da archi a chiglia tangenti. La finestra è ornata da due semicolonne scanalate di ordine ionico, con trabeazione a timpano spezzato a racchiudere un rilievo. Ai lati due coppie di bassorilievi all'interno di cornici intagliate. L'interno è diviso in tre navate da colonne in pietra con arcate ogivali, la navata centrale è coperta con capriate lignee a vista, le navate laterali, più basse sono coperte con volte a crociera costolonate. Il campanile è a sinistra della controfacciata ed è stato costruito nel 1883 su disegno del maglianese T. Di Lorenzo".
Struttura
Muratura portante in pietrame.
Pianta
Longitudinale a tre navi con abside rettangolare, sagrestia sul retro.
Coperture
A tetto a doppia falda inclinata, rivestite in coppi.
Scale
Il presbiterio è rialzato e raccordato da tre gradini.
Pavimenti e pavimentazioni
Lastre rettangolari in pietra.
Elementi decorativi
Portali finestra e rosone in pietra intagliata, formelle a bassorilievo. All'interno colonne in pietra, pergamo in pietra dipinta, coro ligneo e battistero in pietra.
Adeguamento liturgico
zona presbiteriale - aggiunta arredo (2005-2010)
L'adeguamento liturgico è stato realizzato con il distacco della parte anteriore dell'altare maggiore e riposizionata più avanti a fungere da mensa. A destra dell'altare è stato posto un ambone in pietra.
Contatta la diocesi