chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Casali d'Aschi
Gioia dei Marsi
Avezzano
chiesa
parrocchiale
Madonna del Buon Consiglio
Parrocchia di Madonna del Buon Consiglio
Pianta; Struttura; Coperture; Pavimenti; Campanile
zona presbiteriale - aggiunta arredo (1980-1990)
XIX - 1857(preesistenza intero bene); 1932 - 1935(ricostruzione intero bene); 1995 - 1995(ristrutturazione intero bene); 2008 - 2008(ampliamento porticato)
Chiesa della Madonna del Buon Consiglio
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa della Madonna del Buon Consiglio <Casali d'Aschi, Gioia dei Marsi>
Ambito culturale (ruolo)
architettura moderna (Ricostruzione)
Notizie storiche
XIX - 1857 (preesistenza intero bene)
La chiesa della Madonna del Buon Consiglio,costruita nell'anno 1857 , era ubicata in altro sito in via Gualtrona. La sua struttura era formata da blocchi di pietra squadrata ed in parte scolpita a mano, ad un'unica navata con sovrastanti archi dove erano sistemate le campane, e un tettino a punta con alla sommità una pietra rotonda con sopra la croce anch'essa in pietra scolpita. L'altare centrale, unico, era formato da grandi blocchi di pietra lavorata, e su di esso era scolpito, a forma di arco, il tabernacolo; davanti all'altare a delimitazione del presbiterio, vi era una balaustra in ferro battuto; subito dopo l'ingresso vi erano due acquasantiere in pietra lavorata, e in alto era sistemato il posto per la scuola cantorum. Ai lati dell'altare vi erano due nicchie contenenti due statue lignee raffiguranti S. Francesco e S. Giuseppe; sull'altare era posto un crocifisso anch'esso in legno, mentre in una parete laterale era appeso un quadro raffigurante la Madonna del Buon Consiglio.
1932 - 1935 (ricostruzione intero bene)
I lavori di ricostruzione della chiesa iniziati nel 1932 furono ultimati nel 1935. La nuova chiesa fu posizionata al centro della frazione.
1995 - 1995 (ristrutturazione intero bene)
La chiesa è stata ristrutturata nel 1995.
2008 - 2008 (ampliamento porticato)
La facciata principale è stata munita di un piccolo portico in legno a protezione dell'accesso della chiesa
Descrizione Il manufatto realizzato successivamente al terremoto del 1915, è costituito da struttura portante in c.a.. L'interno della chiesa è formato da tre navate, delimitate da pilastri a base quadrata. La facciata principale è caratterizzata dall'attacco al cielo che segue il profilo del tetto a falde e dal portale centrale che si presenta come una semplice apertura delimiatata da lastre in marmo. Il sistema delle bucature è costituito da un piccolo rosone in asse centrale al di sopra del portone d'ingresso.
Pianta
La chiesa ha una pianta di tipo longitudinale, lo spazio interno è diviso da file di pilastri, che separano la navata centrale da quelle laterali.
Struttura
Struttura portante, costituita da pilastri, travi e soffitto in cemento armato.
Coperture
La copertura in legno è a doppia falda del tipo a capanna per quanto riguarda la navata centrale, mentre le due navate laterali, hanno una copertura a falda unica.
Pavimenti
Lastre di marmo del tipo trani.
Campanile
Il campanile in cemento armato, affiancato alla navata laterale sinistra, è una torre a pianta quadrata con cella campanaria munita di monofore su tutte le faccie. La copertura è del tipo a cuspide piramidale.
Adeguamento liturgico
zona presbiteriale - aggiunta arredo (1980-1990)
I poli sono collocati entro il presbiterio. La mensa d'altare, rialzata di un gradino,è costituita da un tavolo sorretto da colonnine in marmo, frontalmente è visibile un pannello in marmo con decori floreali. Anche la sede del celebrante risulta essere in marmo, mentre l'ambone è stato realizzato in legno.
Contatta la diocesi