chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Collarmele
Avezzano
chiesa
parrocchiale
S.Felicita
Parrocchia di Santa Felicita
Pianta; Coperture; Campanile; Scale; Struttura
zona presbiteriale - aggiunta arredo (1980-1990)
XX - 1940(rifacimento intero bene); 2009 - 2010(riparazione danni sisma 2009 intero bene)
Chiesa di Santa Felicita
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa di Santa Felicita <Collarmele>
Altre denominazioni S.Felicita
Ambito culturale (ruolo)
architettura moderna (costruzione)
Notizie storiche
XX - 1940 (rifacimento intero bene)
L'iniziativa della costruzione fu presa da Don Gaetano Del Grosso, sacerdote pescinese di origine e parroco a Collarmele dal 1920 sino al 1946, l'anno della sua morte. I lavori intrapresi furono ultimati nel 1940 ed il 10 Luglio dello stesso anno si ebbe la inaugurazione ufficiale, fatta appositamente coincidere con la festa solenne della Patrona Santa Felicita, alla quale la chiesa continua ad essere dedicata, come lo era stata la chiesa del vecchio paese terremotato.
2009 - 2010 (riparazione danni sisma 2009 intero bene)
Nel 2009 sono stati eseguiti lavori per la riparazione dei danni provocati dal sisma del 06/04/2009
Descrizione La chiesa presenta una facciata lineare, caratterizzata dalle tre navate, segnate in facciata, con i tre portali e le rispettive lunette. L’interno è illuminato dal grande lucernario della facciata e diviso in tre navate da pilastri che ne scandiscono lo spazio, concentrando, senza decorazioni baroccheggianti, l’attenzione del fedele sull’altare, “protetto” dal coro ligneo posizionato nell’abside poligonale e illuminato da un’ulteriore grande lucernario che si apre in alto.
Pianta
La chiesa ha una pianta di tipo longitudinale, lo spazio interno è diviso da file di pilastri. Nelle due navati laterali sono state realizzate alcune nicchie.
Coperture
La copertura è a doppia falda del tipo a capanna per quanto riguarda la navata centrale, mentre le due navate laterali, hanno una copertura a falda unica, l'abside poligonale retrostante, ha una copertura a padiglione.Il tetto risulta impermeabilizzato da un manto di tegole in lateriazio.
Campanile
Il campanile in cemento armato, affiancato alla navata laterale sinistra, è una torre a pianta quadrata con cella campanaria munita di monofore su tutte le faccie. La copertura è del tipo a cuspide piramidale.
Scale
Esternamente è presente una scalinata, formata da quattro gradini; all'interno la zona presbiteriale è rialzata e raccordata da un gradino.
Struttura
Realizzata con struttura in cemento armato e muratura con soffitto e travi sempre in cemento armato.
Adeguamento liturgico
zona presbiteriale - aggiunta arredo (1980-1990)
I poli sono collocati entro il presbiterio. La mensa d'altare, rialzata di due gradini,è costituita da un tavolo in pietra sorretto da colonnine e archetti sempre in pietra. L'ambone, il candelabro per il cero pasquale e il fonte battesimale sono realizzati in pietra di colore bianco. La sede del celebrante è in legno.
Contatta la diocesi