chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Cerchio
Avezzano
chiesa
parrocchiale
Santi Giovanni e Paolo
Parrocchia di Santi Giovanni e Paolo
Pianta; Scale; Coperture; Pavimenti; Struttura; Campanile
presbiterio - aggiunta arredo (1970-1980)
XVIII - XIX(preesistenza intero bene); XX - XX(ricostruzione intero bene)
Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo <Cerchio>
Ambito culturale (ruolo)
maestranze abruzzesi (Ricostruzione)
Notizie storiche
XVIII - XIX (preesistenza intero bene)
La realizzazione della chiesa parrocchiale dedicata ai Santi protettori S.S. Giovanni e Paolo Martiri, risale al periodo compreso tra il settecento-ottocento.
XX - XX (ricostruzione intero bene)
La chiesa parrocchiale dedicata ai Santi protettori S.S. Giovanni e Paolo martiri, inaugurata nel 1930, è stata edificata nella stessa area dove esisteva la sette-ottocentesca chiesa completamente distrutta dal terremoto del 13 gennaio 1915.
Descrizione La chiesa dei Santi Giovanni e Paolo è stata inaugurata nel 1930, edificata nella stessa area dove esisteva la sette-ottocentesca chiesa, che fu completamente distrutta durante il terremoto del 1915. L'interno è formato da tre navate delimitate da possenti colonne, con retrostante abside a pianta semicircolare. L'area presbiteriale risulta sopraelevata di alcuni gradini rispetto al piano di calpestio delle navate. Tutte la facciate esterne, sono rivestite con mattoncini. Il portale lapideo del tipo a strombo, con relativa lunetta raffigurante i Santi Giovanni e Paolo è sovrastato da un rosone, presente sull'asse della navata principale e da due finestre in corrispondenza delle navate laterali
Pianta
La chiesa ha una pianta di tipo longitudinale, lo spazio interno è diviso da file di pilastri, che separano la navata centrale da quelle laterali. La navata centrale è più larga e più alta di quelle laterali.
Scale
L'accesso principale avviene a mezzo di una scala piramidale, con forma rettangolare, in pietra di colore bianco, che occupa gran parte della facciata. Il presbiterio è rialzato e raccordato da tre gradini.
Coperture
La copertura nella navata centrale risulta a due falde del tipo a capanna, realizzata in legno; le due navate laterali hanno una copertura a falda unica.
Pavimenti
In marmo naturale lucido, in varie sfumature di color beige.
Struttura
La chiesa, presenta una struttura portante in cemento armato con soffitto sempre in cemento armato decorato da un controsoffitto a cassettoni in legno.
Campanile
Struttura posta a sud, con basamento quadrato, rivestito con mattoncini, avente copertura del tipo a piramide.
Adeguamento liturgico
presbiterio - aggiunta arredo (1970-1980)
Nella zona presbiteriale è stato posizionata una nuova mensa d'altare, rivolta verso il popolo. Il nuovo altare è anteposto all'altare maggiore, nella parte frontale sono presenti una serie di colonnine che sorreggono il pianale. La custodia eucaristica è nel tabernacolo dell'altare maggiore.
Contatta la diocesi