chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Pagliara dei Marsi
Castellafiume
Avezzano
chiesa
parrocchiale
SS. Salvatore
Parrocchia del Santissimo Salvatore
Pianta; Struttura; Coperture; Pavimenti; Campanile; Elementi decorativi; Scale
zona presbiteriale - aggiunta arredo (1980-1990)
XII - XII(costruzione intero bene); XVIII - 1760(restauro intero bene); 1915 - XX(ristrutturazione intero bene); 1975 - XX(rifacimento tetto)
Chiesa del Santissimo Salvatore
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa del Santissimo Salvatore <Pagliara dei Marsi, Castellafiume>
Altre denominazioni SS. Salvatore
Ambito culturale (ruolo)
maestranze abruzzesi (costruzione)
Notizie storiche
XII - XII (costruzione intero bene)
Il Di Pietro aggiunge che nella Bolla di Clemente III (sec. XII), la Chiesa parrocchiale di Pagliara è riportata con le parole: "Sancti Salvatoris in Cirifalco" e nell'elenco con queste altre parole: "Ab Ecclesia Sancti Salvatoris de Palearis, grani cuppas tres" e cioè: la Chiesa di S. Salvatore deve alla curia la sovvenzione di tre coppe di grano"
XVIII - 1760 (restauro intero bene)
La chiesa è stata interamente restaura e completata nel 1760.
1915 - XX (ristrutturazione intero bene)
In seguito al catastrofico sisma che ha colpito la marsica nel 1915 la chiesa ha subito lavori di consolidamento statico con l' l'inserimento di contrafforti visibili esternamente e presidi antisismici.
1975 - XX (rifacimento tetto)
Sono stati eseguiti i lavori di rifacimento del tetto ligneo e del manto di copertura.
Descrizione La chiesa del Santissimo Salvatore è ubicata nel centro abitato della frazione di Pagliara. Ristrutturata e consolidata dopo il catastrofico sisma del 1915 è costituita da muratura portante di pietrame. L'interno si presenta a pianta rettangolare con tre navate divise da pilastri quadrati in pietra sormontati da arcate a tutto sesto. La facciata principale del tipo a capanna presenta nel lato sinistro il campanile a base rettangolare. Essa è caratterizzata dal portale d'ingresso con lunetta e due piccole finestre circolari speculari a quest'ultimo. Due contrafforti evidenziano il consolidamento statico eseguito dopo l'evento sismico.
Pianta
La chiesa è formato da tre navate delimitate da possenti pilastri in pietra, con retrostante abside fornito di volta a pianta quadrata.
Struttura
Realizzata in muratura portante di pietrame con sovrastante soffitto piano e tetto a doppia falda in legno.
Coperture
Tetto in legno a doppia falde con manto di tegole in laterizio
Pavimenti
Piastrelle rettangolari in marmo con fasce in cotto.
Campanile
Campanile in muraura a base rettangolare posizionato in allineamento con la facciata. Cella Campanaria con bifore e monofore nelle facce accessibile con scala in ferro.
Elementi decorativi
Di grande valore storico e artistico, l'organo (cm. 330 x 185 x 100 ca.) costruito nel 1873 dall'organaro romano Tommaso Vajola.
Scale
La zona presbiteriale risulta rialzata e raccordata da un gradino.
Adeguamento liturgico
zona presbiteriale - aggiunta arredo (1980-1990)
La mensa d'altare, contrapposta all'altare maggiore, a forma rettangolare è in marmo. La sede del celebrante e l'ambone sono il legno.
Contatta la diocesi