chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Poggio Cinolfo
Carsoli
Avezzano
chiesa
parrocchiale
S.Maria Assunta
Parrocchia di Santa Maria Assunta
Pianta; Struttura; Pavimenti; Coperture; Campanile
zona presbiteriale - aggiunta arredo (1990-2000)
1308 - 1308(presistenza intero bene); 1703 - 1703(presistenza intero bene); 1734 - 1734(costuzione intero bene); 2008 - 2008(rifacimento tetto)
Chiesa di Santa Maria Assunta
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa di Santa Maria Assunta <Poggio Cinolfo, Carsoli>
Altre denominazioni S.Maria Assunta
Ambito culturale (ruolo)
maestranze abruzzesi (costruzione)
Notizie storiche
1308 - 1308 (presistenza intero bene)
La chiesa è citata nel Libro delle Decime del 1308, pertanto è stata costruita precedentemente.
1703 - 1703 (presistenza intero bene)
La chiesa è sata completamente distrutta dal terremoto del 1703 .Essa era più piccola di quella attuale e costituita in gran parte di legno.
1734 - 1734 (costuzione intero bene)
Nell'architrave della porta è inciso l'anno 1734 che indica la data di ricostruzione e ultimazione della chiesa.
2008 - 2008 (rifacimento tetto)
Sono stati eseguiti i lavori di rifacimento del tavolato del tetto ligneo e del manto di impermeabilizzazione.
Descrizione La Chiesa di Santa Maria Assunta è ubicata nella frazione di Poggio Cinolfo, un caratteristico borgo medievale fondato nell’anno 1000, appartenente al comune di Carsoli, ed è posta in Piazza Santa Maria Assunta. La facciata principale si presenta scandita da due paraste angolari terminanti in un cornicione e da altre due paraste composte a libretto terminanti all'altezza dello stesso cornicione. Sulla parte superiore della facciata un meraviglioso timpano conclude il discorso compositivo architettonico. La composizione della facciata è completata da un portale in pietra con le paraste e i cornicioni, in stile classico, con timpano curvo interrotto al centro per contenere uno stemma, sempre in pietra, e, nella scansione superiore è presente ampio finestrone. L'interno è composto da un’unica navata, ed è ampio e luminoso: in particolare nella parte più alta e nel soffitto sono presenti dipinti che raffigurano il Padre Eterno, la Vergine che schiaccia il serpente e stemmi araldici. Inoltre lungo i lati della chiesa sono presenti quattro altari laterali, due dei quali adornati da due bellissime pale di Angelo Balestra del 1883, e poi soprattutto sotto il secondo altare di destra è posta l’urna con il corpo di Santa Fortunia, la protettrice di Poggio Cinolfo.
Pianta
Pianta a navata unica coperta da volte a crocera lunettate.
Struttura
Muratura portante in pietrame e tetto a due falde costituito da capriate lignee.
Pavimenti
Lastre di marmo di colore grigio e nero.
Coperture
Tetto a due falde in legno con sovrastante manto di tegole in laterizio.
Campanile
Torre campanaria a pianta quadrata in muratura di pietrame posta, in allineamento, nel lato sinistro della facciata principale. Cella campanaria con monofore nelle facce e tetto piramidale.
Adeguamento liturgico
zona presbiteriale - aggiunta arredo (1990-2000)
I poli sono collocati all'interno dell'area presbiteriale rialzata di due gradini. La mensa d'altare, anteposta all'altare maggiore, di forma rettangolare e l'ambone sono in marmo.
Contatta la diocesi