chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Capistrello
Avezzano
chiesa
parrocchiale
S.ANTONIO DI PADOVA
Parrocchia di Sant'Antonio
Pianta; Coperture; Struttura; facciata; Facciate; Campanile
zona presbiteriale - aggiunta arredo (1990-1991)
XII - XII(preesistenze nucleo centrale); XIV - XIV(variazione intero bene); XIV - XIV(ampliamento ala destra
nucleo centrale); XX - XX(demolizione parziale intero bene); XX - XX(rifacimento intero bene); 1975 - 1981(ristrutturazione Facciata pricipale e tetto); 1989 - 1991(restauro opere interne)
Chiesa di Sant'Antonio di Padova
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa di Sant'Antonio di Padova <Capistrello>
Altre denominazioni S.ANTONIO DI PADOVA
Ambito culturale (ruolo)
maestranze abruzzesi (costruzione)
Notizie storiche
XII - XII (preesistenze nucleo centrale)
Essa è costituita da successivi rifacimenti dell'originaria chiesa di S. Pietro, citata nella bolla papale di Pasquale II del 1115.
XIV - XIV (variazione intero bene)
Chiesa parrocchiale prese il nome di S. Antonio Abate e S. Pietro dal XIV secolo.
XIV - XIV (ampliamento ala destra, nucleo centrale)
Al rinascimento si deve l'ampliamento della struttura culturale con pianta basilicare a tre navate, volta centrale rialzata e facciata a tre spioventi.
XX - XX (demolizione parziale intero bene)
La chiesa dedicata al Santo di Padova, venne distrutta dal terremoto del 1915.
XX - XX (rifacimento intero bene)
Attualmente si presenta completamente rifatta dopo la ristrutturazione del 1938 in seguito ai danni provocati dal terremoto del 1915.
1975 - 1981 (ristrutturazione Facciata pricipale e tetto)
Sono stati eseguiti i lavori di ristutturazione della facciata principale e rifacimento del tetto in legno della sola navata centrale. Nelle navate laterali con tetto in cemento armato è stato sostituito solo il manto di copertura.
1989 - 1991 (restauro opere interne)
Sono stati eseguiti i lavori di decorazione delle pareti perimetrali e delle colonne interne.
Descrizione La chiesa dedicata a S. Antonio da Padova, patrono del paese, conserva l’impianto assunto nel XVII secolo, tuttavia i danni causati dal terremoto del 1915 ed i relativi restauri hanno determinato importanti modifiche, tanto che è difficile ricercare nell’attuale edificio le linee della configurazione seicentesca. Essa si sviluppa secondo un'impianto a croce latina a tre navate con trasetto. La navata centrale si conclude in un abside a pianta semicircolare. L'area presbiteriale risulta sopraelevata di alcuni gradini rispetto al piano di calpestio. All'esterno la facciata a capanna è rivestita da lastre di travertino. Il fronte nord è connotato dalla presenza della torre campanaria .
Pianta
Schema planimetrico a croce latina suddivisa a tre navate delimitate da possenti colonne, con retrostante abside a pianta semicircolare.
Coperture
La copertura della navata centrale e del transetto è del tipo a capanna, mentre le due navate laterali presentano una copertura a falda unica.
Struttura
Realizzata in gran parte con pietre di forma irregolare e diversa dimensione, gli angolari anch'essi in pietra sono di forma regolare ad angolo retto. Nella parte alta del retro-prospetto, è visibile una parte realizzata con mattoni. La copertura della navata centrale è in legno mentre quelle delle navate laterali sono in latero-cemento.
facciata
La facciata principale è rivestita da lastre di travertino e accenna ad una terminazione a capanna spezzata, è stata riedificata dopo il 1915; presenta tre portali lunettati cui corrispondono in alto un rosone dalle linee moderne e due finte aperture a rombo.
Facciate
Le facciate restanti in gran parte, sono prive di intonaco e mostrano la muratura costituita da pietre di diversa forma e dimensione.
Campanile
Struttura su basamento quadrata rivestita con lastre in travertino; cella campanaria con monofora nei quattro lati e copertura del tipo a cuspide piramidale.
Adeguamento liturgico
zona presbiteriale - aggiunta arredo (1990-1991)
La mensa d'altare a forma rettangolare, contrapposta all'altare maggiore, è in marmo. L'ambone è metallico mentre la sede del celebrante è in legno.
Contatta la diocesi