chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Celano
Avezzano
chiesa
parrocchiale
S. Maria Valleverde
Parrocchia di Santa Maria
Pianta; Coperture; Struttura; Campanile; Pavimenti; Portale
altare - aggiunta arredo (1970-1980)
XV - XVI(realizzazione intero bene); XVI - XVI(ampliamento ala sinistra); XVI - XVI(ampliamento nucleo centrale); XX - XX(ristrutturazione intero bene)
Chiesa di Santa Maria Valleverde
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa di Santa Maria Valleverde <Celano>
Altre denominazioni S. Maria Valleverde
Ambito culturale (ruolo)
stile romanico abruzzese (costruzione)
Notizie storiche
XV - XVI (realizzazione intero bene)
La chiesa fu voluta da Lionello Acclozamora e Jacovella dei Conti Ruggeri di Celano a metà del quattrocento, ma fu terminata sotto i Piccolomini nel 1508.
XVI - XVI (ampliamento ala sinistra)
Nel Cinquecento, la struttura culturale fu arricchita da tre cappelle affrescate.
XVI - XVI (ampliamento nucleo centrale)
Realizzazione della Cripta, del coro ligneo e di due pale d'altare.
XX - XX (ristrutturazione intero bene)
Danneggiata da terremoto del 1915 la chiesa fu ristrutturata nel 1932 senza ricostruzione del portico esterno.
Descrizione La chiesa Santa Maria Valleverde con interno in stile francescano, è a navata unica con copertura a volta a crociera. La navata sinistra è affiancata da tre cappelle laterali e termina con l'abside a pianta poligonale. Al centro, prima del presbiterio, vi è la balaustra della scala d'ingresso alla cripta (a pianta poligonale), detta Paradiso, del 1520-1530. La chiesa presenta una facciata liscia, dall’andamento orizzontale, che risculta suddivisa in due parti da una cornice mediana. Appena al di sotto della cornice, si apre il portale a strombo archivoltato di scuola aquilana del 1508. Invece al di sopra di essa, un ampio finestrone leggermente strombato domina la facciata aprendone la superficie, mantenendo comunque il carattere sobrio e semplice dell’insieme. Al di sopra del finestrone domina lo stemma dei sovrani di Aragona e Castiglia.
Pianta
Impianto planimetrico a navata unica dove nel lato sinistro si aprono tre cappelle affiancate. Nella parte terminale della navata è presente l'abside a pianta poligonale. Al di sotto del presbiterio è stata realizzata la cripta accessibile da una scala con balaustre.
Coperture
Tetto a due falde sulla navata e poligonale nell'abside. Manto di copertura in laterizio.
Struttura
Muratura portante in pietrame, intonacato internamente con sovrastante volte a crocera in mattoni munite di tiranti metallici a vista. Il tetto è stato realizzato con orditura metallica e interposti laterizi
Campanile
Campanile a vela in muratura di pietra squadrata con bifora, ubicato nella faccita laterale in prossimità dell'abside.
Pavimenti
Piastrelle di cotto nella navata. Lastre di marmo chiaro nella navata e nelle cappelle laterali. Piastrelle in gres nella cripta.
Portale
Portale d'ingresso in pietra dove sull'architrave è scolpito l'Agnus Dei con lo stendardo dei Piccolomini ed un’iscrizione datata 1508 in latino, mentre nella lunetta superiore l’affresco raffigura la Madonna in trono con il Bambino tra i Santi Francesco e Giovanni da Capestrano.
Adeguamento liturgico
altare - aggiunta arredo (1970-1980)
L'altare è del tipo a mensa, rivolto verso il popolo, realizzato in marmo con basamento circolare.
Contatta la diocesi