chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Foce di Sassa
L'Aquila
L'Aquila
chiesa
parrocchiale
San Gregorio
Parrocchia di San Gregorio
facciata; Pianta; Struttura; Coperture; Pavimenti e pavimentazioni; Elementi decorativi; campanile
altare - intervento strutturale (1965-1979)
1312 - 1328(attestazione di esistenza intero bene); 1915 - 1915(crollo intero bene); 1927 - 1930(ricostruzione intero bene); 1965 - 1979(restauro intero bene); 2003 - 2003(consolidamento coperture)
Chiesa di San Gregorio
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa di San Gregorio <Foce di Sassa, L'Aquila>
Altre denominazioni Chiesa di San Gregorio Magno
Ambito culturale (ruolo)
architettura moderna (realizzazione intero bene)
Notizie Storiche

1312 - 1328 (attestazione di esistenza intero bene)

Tra il 1312 e il 1328 la Chiesa originaria era esistente e faceva parte della giurisdizione dell'abbazia di San Giovanni di Lucoli. (fonte: Chiappini A., Lucoli medioevale, Lucoli Amministrazione Comunale, 1986)

1915  (crollo intero bene)

La Chiesa preesistente fu completamente distrutta dal terremoto del 1915.

1927 - 1930 (ricostruzione intero bene)

La Chiesa fu ricostruita completamente nel 1930 (fonte: Antonini O., Chiese extra moenia del Comune dell'Aquila prima e dopo il sisma, Verdone ed., 2010). Una epigrafe all'interno della chiesa riporta la data 1927.

1965 - 1979 (restauro intero bene)

Intorno agli anni '70 del XX secolo la chiesa ha subito un intervento di restauro.

2003  (consolidamento coperture)

Nel 2003 furono effettuati lavori di smontaggio del manto del tetto e consolidamento della struttura in latero-cemento. (fonte: Tempesta G., Relazione Tecnica allegata al progetto di consolidamento del tetto e del solaio della Chiesa Parrocchiale di San Gregorio in Foce di Sassa)
Descrizione

L'edificio si trova all'interno del centro abitato di Foce di Sassa, piccola frazione dell'Aquila con meno di duecento abitanti. La Chiesa, ricostruita ex novo dopo il terremoto del 1915, ha semplice pianta rettangolare con copertura a due falde, nascosta all'interno da un controsoffitto piano. Nella facciata, rifinita fino all'altezza dell'imposta del tetto con finti conci lapidei, emerge il portale in pietra proveniente dalla Chiesa settecentesca preesistente, posto in posizione centrale. E' realizzato in pietra e costituito da piedritti scorniciati, architrave e fregio, con angelo in stucco e sopra una croce con volute laterali. In alto a destra, in prossimità della linea di imposta del tetto, è posto un semplice campanile a vela. All'interno l'intonaco bianco è interrotto da nicchie con semplici cornici e decorazioni.
facciata
Nella facciata, che presenta una configurazione a capanna, emerge al centro il portale, proveniente dalla chiesa settecentesca distrutta dal terremoto del 1915, realizzato in pietra e costituito da piedritti scorniciati, architrave e alto fregio, con angelo in stucco in posizione centrale; sulla trabeazione, una croce con volute laterali. La facciata, semplicemente intonacata, presenta un piccolo basamento grigio scuro e una decorazione, presente fino all'imposta del tetto, a finti conci lapidei. Addossata alla parete destra si trova la sagrestia, organizzata su due livelli, la cui scala esterna di accesso al secondo livello è addossata, in parte, alla facciata.
Pianta
L'impianto planimetrico è ad aula unica rettangolare, con copertura piana. Un gradino segna il punto di passaggio tra l'aula ed il presbiterio. Sono presenti tre altari, il maggiore sulla parete di fondo, gli altri due a metà delle pareti laterali. Sono tutti sormontati da nicchie con incorniciamenti in stucco. Sulle pareti laterali sono presenti quattro alte finestre strombate, due per lato.
Struttura
La struttura portante è in muratura in pietra.
Coperture
La copertura è a due falde, con manto di coppi e controcoppi sostenuto da capriate lignee non a vista e tetto in latero-cemento. La struttura è nascosta all'interno da un controsoffitto piano, anch'esso in latero-cemento.
Pavimenti e pavimentazioni
Il pavimento è realizzato con piastrelle quadrate in monocottura.
Elementi decorativi
L'unico importante elemento decorativo è il portale, posto in posizione centrale rispetto alla facciata, realizzato in pietra e costituito da piedritti scorniciati ed architrave con sopra un alto fregio, con angelo in stucco in posizione centrale, e cornice inquadranti una croce con volute laterali. L'interno della Chiesa si presenta per lo più rifinito in intonaco bianco. Sulle pareti laterali sono presenti due semplici altari sormontati da nicchie decorate in stucco, la stessa tipologia di nicchia è riproposta anche sulla parete di fondo e, probabilmente, anch'essa sormontava l'altare preconciliare, addossato alla parete, e andato perduto durante un restauro.
campanile
Il semplice campanile a vela ad unico fornice coperto a capanna è posizionato in facciata, all'estremità della falda di destra.
Adeguamento liturgico

altare - intervento strutturale (1965-1979)
A seguito della Riforma Liturgica del 1963 è stato realizzato un altare con mensa in travertino sostenuta da quattro colonnine anch'esse in travertino.
Contatta la diocesi