chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Campotosto
L'Aquila
chiesa
sussidiaria
Santa Maria Apparente
Parrocchia di Santa Maria Assunta
Preesistenze; facciata; Pianta; Struttura; Coperture; Pavimenti e pavimentazioni; Elementi decorativi; campanile
altare - intervento strutturale (1985-1995)
1604 - 1604(costruzione intero bene); 1872 - 1872(restauro intero bene); 2009 - 2009(danni da sisma intero bene)
Chiesa di Santa Maria Apparente
Tipologia e qualificazione chiesa sussidiaria
Denominazione Chiesa di Santa Maria Apparente <Campotosto>
Ambito culturale (ruolo)
maestranze abruzzesi (costruzione)
Notizie Storiche

1604  (costruzione intero bene)

Il santuario è stato costruito nel 1604 come riporta l'iscrizione posta nella facciata principale tra il rosone e la cornice marcapiano. Secondo la tradizione la chiesa fu realizzata sul sito dove era apparsa la Madonna ad una giovane del posto, muta dalla nascita, che riprese a parlare in seguito all'evento miracoloso.

1872  (restauro intero bene)

nel 1872 la chiesa è stata completamente restaurata le coperture sono state sopraelevate per consentire la realizzazione delle volte, come è visibile dalla diversa tessitura muraria; l'interno è stato ridisegnato mediante la realizzazione degli altari laterali. Tale data è incisa nella facciata principale sull'imbotto decorato con rose.

2009  (danni da sisma intero bene)

A seguito del sisma la chiesa è risultata inagibile
Descrizione

La chiesa è situata al di fuori del centro abitato di Campotosto, nei pressi dell'attuale cimitero. L'aula presenta un volume omogeneo a pianta rettangolare a cui è collegato in corrispondenza della parete di fondo, un corpo rettangolare con funzione di sagrestia. La torre campanaria a destra della suddetta parete è posta come cerniera tra l'aula e la sagrestia. La facciata è in pietra locale a vista, a coronamento rettilineo con cornice marcapiano, delimitata lateralmente da lesene; portale quadrangolare con soprastante rosone, fiancheggiato da due finestre quadrate. All'interno l'altare maggiore e due altari laterali barocchi.
Preesistenze
Al centro della navata è presente un locale ipogeo detto "grotta della Nunziata" coperto da volte a vela un tempo affrescate e ancora lievemente visibili. Vii si accede tramite una scala. E' visibile sulla parete di sinistra il miracolo della "mutarella", sulla destra Santa Cecilia che suona l'organo e sul muro centrale c'è un altare in muratura sormontato da un affresco della Vergine, il Bambino e Sant'Anna. L'ambiente fu realizzato nel punto in cui la giovane avrebbe avuto la visione miracolosa; in seguito fu inglobato nella chiesa, ma lasciato come testimonianza dell'evento.
facciata
Facciata in pietra locale a vista, a coronamento rettilineo con cornice marcapiano, delimitata lateralmente da lesene; portale quadrangolare con soprastante rosone, fiancheggiato da due finestre quadrate. Sopra il portale è visibile lo stemma della famiglia degli Orsini e una lapide con testo in latino riportante il nome del parroco, Don Giulio Cesare Palumbo, zio della giovinetta, che fece erigere l'edificio sacro.
Pianta
Navata unica con abside quadrangolare poco profonnda sotto arco trionfale.
Struttura
Struttura in muratura portante.
Coperture
Copertura con tetto a due falde sorretto da capriate in legno con manto di copertura in coppi. All'intradosso, volta a botte ribassata in corrispondenza della navata. Volta a botte nella nicchia presbiteriale. Volta a vela nel locale ipogeo.
Pavimenti e pavimentazioni
Pavimento in graniglia lavorata lungo la guida centrale.
Elementi decorativi
Pareti perimetrali semplicemente intonacate con soffitto dipinto a motivi geometrici. Arricchiscono l'ambiente: l'imponente altare preconciliare in legno e pietra a tre ordini sovrapposti (che in passato conteneva nella nicchia centrale la statua "Madonna con il bambino", coeva alla chiesa) e gli altari laterali che ne ridisegnano l'interno.
campanile
Torre campanaria quadrangolare a quattro fornici.
Adeguamento liturgico

altare - intervento strutturale (1985-1995)
Altare con mensa in marmo sostenuto da un basamento quadrangoalre in marmo.
Contatta la diocesi