chiese italiane
censimento chiese
edifici di culto
edifici sacri
beni immobili
patrimonio ecclesiastico
beni culturali ecclesiastici
beni culturali della Chiesa cattolica
edilizia di culto
restauro
adeguamento liturgico
Poggio Cancelli
Campotosto
L'Aquila
chiesa
parrocchiale
Santa Maria di Loreto
Parrocchia di Santa Maria di Loreto
facciata; Pianta; Struttura; Coperture; Pavimenti e pavimentazioni; Elementi decorativi; torre campanaria
ambone - aggiunta arredo (1985-1995)
XIII - XIII(attestazione dell'esistenza intero bene); XVII - XVII(costruzione intero bene); XX - XX(restauro generale intero bene); 2009 - 2009(danni da sisma intero bene); 2009 - 2009(messa in sicurezza intero bene)
Chiesa di Santa Maria di Loreto
Tipologia e qualificazione chiesa parrocchiale
Denominazione Chiesa di Santa Maria di Loreto <Poggio Cancelli, Campotosto>
Ambito culturale (ruolo)
maestranze abruzzesi (costruzione)
Notizie Storiche

XIII  (attestazione dell'esistenza intero bene)

Secondo un elenco di chiese dipendenti da Rieti, la chiesa esisteva già nel XIII secolo. (fonte: http://www.comune.campotosto.aq.it/cultura.htm)

XVII  (costruzione intero bene)

Incerta è l'origine dell'edificio sacro poichè numerosi interventi hanno gravemente compromesso l'aspetto della chiesa antica, mantenendo però intatto l'impianto nelle sue linee generali. La finestra ogivale del campanile, datata 1627, ci consente di far risalire la chiesa almeno a quel periodo.

XX  (restauro generale intero bene)

Gli ultimi interventi, nel 1949 e nel 1975, come riporta una targa posta in facciata, hanno conferito alla chiesa l'aspetto attuale.

2009  (danni da sisma intero bene)

A seguito del sisma del 2009 la Chiesa è risultata inagibile riportando lesioni alle strutture portanti e danni localizzati alle coperture e alle volte.

2009  (messa in sicurezza intero bene)

A seguito dei danni riportati dal sisma del 2009, la Chiesa è stata sottoposta ad interventi di somma urgenza da parte dei VV. F.
Descrizione

La chiesa, la cui esistenza è attestata fin dal XIII secolo, è sita nel centro abitato di Poggio Cancelli. Vi si accede attraverso un'ampia scalinata che la pone in posizione leggermente rialzata rispetto all'ambiente circostante. La piccola chiesa privata di Santa Maria delle Grazie, distante solo pochi metri dalla suddetta parrocchia, è collocata in modo inusuale, ovvero obliquamente all'asse maggiore della Chiesa di Santa Maria di Loreto. All'impianto planimetrico a tre navate, separate da pilastri quadrati e archi a tutto sesto con intradossi dipinti, corrisponde una facciata tripartita, a terminazione orizzontale nel partito centrale, a una falda nei laterali, con intonaco arancione interrotto da due portali e tre finestre rettangolari. All'interno, la navata centrale presenta in copertura dipinti neorinascimentali, e sul presbiterio l'altare barocco, con due coppie di colonne, di cui le interne tortili, e timpano curvilineo. Nella parte posteriore, l'imponente torre campanaria a base quadrata, in pietra a vista, con quattro fornici, giacente non in asse con la pianta della chiesa.
facciata
La facciata presenta un'insolita soluzione formale che si discosta dalla classica tipologia a salienti per la presenza della terminazione orizzontale nel partito centrale, corrispondente alla navata coperta a padiglione. La parete, intonacata in arancione, è interrotta dal portale principale, leggermente incassato, con basso architrave orizzontale, da un più semplice portale a sinistra e da tre finestre rettangolari, la centrale più grande e collocata più in alto.
Pianta
Impianto planimetrico a tre navate spartite da pilastri su cui impostano archi a tutto sesto. Dal presbiterio quadrangolare e poco profondo, rialzato di un gradino dal piano della chiesa e delimitato da balaustra in marmo di moderna fattura, si accede alla retrostante sacrestia affiancata dal campanile a base quadrata.
Struttura
La struttura è in muratura di pietra con conci irregolari.
Coperture
La navata centrale, a soffitto piano, è decorata con motivi geometrici neorinascimentali, verosimilmente realizzati negli anni '40 del '900. Le navate laterali, più basse, altresì a soffitto piano, sono semplicemente intonacate. La navata centrale è coperta con tetto a padiglione, le navate laterali a una falda, entrambi con manto di coppi.
Pavimenti e pavimentazioni
Mattonelle di graniglia bianca nell'aula. Pavimento in marmo di moderna fattura nel presbiterio.
Elementi decorativi
L'interno, decorato in stile neorinascimentale nella sola navata centrale (le navate laterali sono disadorne), è arricchito nella parete presbiteriale da altare barocco a quattro colonne, di cui le più interne tortili, e concluso superiormente con timpano curvilineo raccordato da grosso fregio. Al di sotto degli intonaci che rivestono i pilastri è visibile, in alcuni tratti, l'antica struttura in conci regolari di pietra. I pilastri che dividono le navate sono a base quadrata, con capitelli semplicemente modanati, e sorreggono gli archi a tutto sesto con estradossi dipinti.
torre campanaria
La torre campanaria, a base quadrata, è collocata nella parte posteriore della chiesa, non in asse con la stessa, in corrispondenza della navata sinistra. Realizzata con struttura in pietra a vista, si eleva su tre livelli, l'ultimo dei quali ospita le campane, in uno spazio a quattro fornici. La copertura è a padiglione, con croce superiore.
Adeguamento liturgico

ambone - aggiunta arredo (1985-1995)
Ambone mobile in legno. L'altare presenta ancora una configurazione preconciliare.
Contatta la diocesi